BARI- Concluso il BIF&ST 2014 alla sua quinta edizione

Ettore Scola con Cristina Comencini
Bifest 2014
bifest 2014

di Clelia Conte

Bari ha concluso la quinta edizione del Bifest, Festival Internazionale del Cinema che si è tenuta dal 5 al 12 aprile. Si è potuto assistere ad una corposa rassegna cinematografica distribuita tra cinema e teatri del capoluogo pugliese con anteprime, film in concorso divisi tra Panorama Internazionale, lungometraggi, opere prime e seconde, documentari e corti, film fuori concorso,  incontri con registi e attori dei film in programma,lezioni di cinema tenute da illustri nomi della cinematografia italiana contemporanea ( tra cui Sorrentino fresco di vittoria alla scorsa notte degli Oscar), eventi speciali, mostre e incontri indirizzati anche alle scuole. In questa edizione, dedicata a Gian Maria Volontè, icona della cinematografia italiana socialmente impegnata, nel periodo fra gli anni ’60 e ’70, abbiamo assistito ad un ricco cartellone che ha  riproposto alcuni tra i film più significativi della carriera dell’attore, oltre ad averci piacevolmente gratificato con l’assistere a testimonianze e documentari sull’attore scomparso già da un ventennio.

Bifest 2014
Bifest 2014 – Giovanna Volontè

Giovanna Volontè, figlia dell’attore assieme ad altri testimoni ci ha davvero fatto ritornare a quegli anni nei quali si andava al cinema a vedere Volontè.

Il copioso programma, ha permesso a tutti di immergersi nella singolare atmosfera festivaliera barese nella quale si è potuto spaziare tra film con ingresso gratuito ad un massimo di 10€ per i biglietti delle anteprime mondiali.

Gli appassionati di cinema, hanno assistito gratuitamente a “lezioni di cinema” tenute, tra gli altri,  da nomi del calibro di  Sergio Castellitto, Paolo Sorrentino, Michael Radford, e Andrea Camilleri, con il dibattito finale nel quale si è avuta l’opportunità di fare delle domande direttamente coi personaggi.  Abbiamo visto registi, attori, attrici, produttori, direttori della fotografia, scenografi e quant’altro. Citiamo tra essi Ettore Scola, Enrica Antonioni,   Marco Alemanno, Luis Bacalov, Giuseppe Battiston, Roberto Cicutto, Marco Bellocchio, Piergiorgio Bellocchio, Barbora Bobulova, Achille Bonito Oliva, Richard Borg, Francesco Bruni, Andrea Camilleri, Cristiana Capotondi, Valentina Carnelutti, Lou Castel, Sergio Castellitto, Mariela Castro, Carlo Cecchi, Gianni Amelio, Lionello Cerri, Cristina Comencini, Renzo Arbore,Massimo Cristaldi, Massimo Dapporto, Daniele Vicari Dalila Di Lazzaro, Benedikt Erlingsson, Roberto Faenza, Ennio Fantastichini, Carlo Vanzina, Enrico Vanzina, Giovanni Veronesi, Isabella Ferrari, Elio Germano, Massimo Ghini, Fabrizio Gifuni, Nicola Giuliano, Valeria Golino, Ugo Gregoretti, Stefano Incerti, Angelica Ippolito, Edoardo Leo, Lech Majewski,Omero Antonutti, Antonio Manetti, Marco Manetti, Vincenzo Marra, Leopoldo Mastelloni, Giuliano Montaldo, Andrea Occhipinti, Andrea Osvart, Moni Ovadia, Pif, Alessandro Piva, Marco Pontecorvo, Domenico Procacci, Marco Simon Puccioni, Costanza Quatriglio, Micaela Ramazzotti, Alessandro Roja, Sergio Rubini, Riccardo Scamarcio, Renato Scarpa, Michael Radford, Maurizio Sciarra, Valeria Solarino, Paolo Sorrentino, Riccardo Tozzi, Sergio Tramonti. Numerosi erano i critici stranieri provenienti da 23 Paesi esteri. La proiezione di 155 lungometraggi (incluse le repliche), 110 dei quali a pagamento e 45 gratis hanno attirato centinaia di persone

 Speriamo però che questo ricco e variegato Festival negli anni non abbia un pubblico solo di “affezionati” ma apra le porte a gente nuova che possa rendersi conto della marcia in più un Bif&st con un presidente come Ettore Scola ed un direttore artistico come Felice Laudadio che ho avuto modo di intervistare spontaneamente(senza grandi preavisi!) nella prima edizione, al Cursal Santa Lucia. E’ bello poter dire che il grande evento cinematografico barese sia un incontro internazionale.

 

Lascia un commento