Si conclude la “Notte Bianca della Poesia” presso l’Anfiteatro di Ponente di Molfetta

Cristina Scorcia e Nicola De Matteo
di Cristina Scorcia
Nicola De Matteo

Si è conclusa il  6 settembre la  “Notte Bianca della Poesia” che in via del tutto eccezionale, causa situazione contingente legata al Covid,é stata spalmata su  tre giornate consecutive, il 4 e 5 a Giovinazzo ed il 6 a Molfetta, in modo da garantire con più facilità il distanziamento sociale e al  fine di ospitare i tanti poeti provenienti da Puglia e Basilicata.

Sede di questa edizione, patrocinata  dal MIBACT ( Ministero per i beni culturali, Ambientali e Turistici) è stato  l’Istituto Vittorio Emanuele II, gestito dal meraviglioso Nicola De Matteo, organizzatore della prestigiosa kermesse. Ad inaugurare la prima serata il  soprano Marilena Gaudio che, accompagnata dal chitarrista Nino Maddoni, ha interpretato  un canto d’amore di Federico Nino Garcia Lorca. A seguire la poesia della rubrica Riflessi di Luce e Vita di Molfetta, dell’Associazione Falegnami della Poesia di Barletta, Mò Heart di Bitonto e Virtude e Canoscenza di Molfetta. Nel corso della serata  anche  un doveroso omaggio a Ennio Morricone della Brass Ensemble “IL Cenacolo” di Bisceglie diretta dal Maestro Salvatore Barile.
La maratona è ripresa il 5 settembre  alle 19 sempre a Giovinazzo, nuovamente nell’antico maniero eretto dai Padri domenicani nel 1709.  A dare inizio alle danze, una performance di teatro e Poesia: “Dal Buio alla Luce” a cura dell’ASD Archè di Bari coordinato dalla psicologa Olympia Binetti. A seguire l’Accademia della Lingua Barese “Alfredo Giovine”, con liriche e poesie dialettali di diverse città della provincia di Bari e Bat coordinati da Felice Giovine. Prima della conclusione dei poeti liberi e dell’Associazione “In Folio” di Ruvo di Puglia, ci sono stati  intermezzi musicali a cura di Michele Fiorentino (tromba), Tommaso La Notte (voce e chitarra), Orazio Saracino (pianoforte), Luciana Visaggio(oboe), Daniele de Palma (pianoforte). A seguire intervento del Cenacolo dei Poeti di Bitonto.
Domenica 6 la conclusione, presso l’Anfiteatro di Ponente di Molfetta. I poeti dell’Associazione “Matera Poesia” sono stati  accompagnati dalle note musicali della Brass “Il Cenacolo” di Salvatore Barile. Successivamente l’Associazione “L’Ora Blu” di Bisceglie presieduta da Marta Maria Camporeale ha recitato i testi di Ghiannis Ristos sotto la supervisione e regia di Zaccaria Gallo. A seguire il Movimento Internazionale “Donne e Poesia” di Anna Santoliquido ha proposto  una performance poetica sull’energia della parola ed un omaggio a Mariolina De Fano. É stata poi la volta di “Poesie da Gustare” dell’associazione “Comunicazione Plurale” di Elena Diomede. Nel corso della serata esibizione musicale di Claudia Lops (flauto) e Vito Vilardi (chitarra). A concludere il tutto una suggestiva esibizione di Danza con la Compagnia ResExtensa di Elisa Barucchieri.
Ed ecco i numeri di quest’anno della Notte Bianca della poesia, fortemente voluta e amata dal suo creatore, lo scrittore poeta Nicola De Matteo a cui vanno tutti gli onori. 
 132 poeti, 12 Associazioni Culturali, 24 musicisti, una cantante lirica ed una compagnia di Danza Moderna.
 Tutte e tre le serate sono state  presentate da Angela Di Liso e Gianni Palumbo, quest’ultimo anche Direttore Artistico della Manifestazione.
Il covid con le sue regole : la sanificazione delle mani, misurazione della temperatura, ingressi su prenotazione e contingentati, l’uso obbligatorio delle mascherine e il necessario distanziamento sociale, non hanno impedito lo svolgersi e il successo della raffinata manifestazione.  
 
08 settembre 2020

Lascia un commento