Lecce. Grande successo  la mostra “TRANSITI ogni crepuscolo possiede i colori dell’alba” la personale di GIULIA EPIFANI

Finissage: La danza del ventre “Vestimi di luce e ombra”, una danza antica rivisitata in chiave moderna con Pamela Serafino!

ALBA -Giulia Epifani
ALBA -Giulia Epifani

 

Si conclude mercoledì 20 dicembre alle ore 18:00. la personale della pittrice salentina Giulia Epifani: “TRANSITI ogni crepuscolo possiede i colori dell’alba” in esposizione dal 13 dicembre 2107 a Lecce negli spazi della Galleria Maccagnani, Corso Vittorio Emanuele II,  con grandi consensi e successi di pubblico, tra  addetti ai lavori e appassionati di arti.

Durante la serata le opere della pittrice incontrano la danza del ventre “Vestimi di luce e ombra” con Pamela Serafino. Sarà un avvincente, sensuale e intimo dialogo con l’arte di Giulia Epifani e il violino del M° Vera Andrea Longo. Introduce Pompea Vergaro.

Crepuscolo -Giulia Epifani
Crepuscolo -Giulia Epifani

“Con la performance Pamela Serafino ripropone la tematica degli opposti nel movimento usando le immagini della luce e dell’ombra attraverso gli strumenti di una danza antica rivisitata in chiave moderna.Nel movimento transita la dimensione dell’incontro. Allo spettatore è rivolto l’invito ad esplorare in sé il momento in cui riconoscere il “trait d’union” tra la luce e l’ombra e il loro valore simbolico riproposto attraverso gli strumenti di una danza”!

La sapienza cromatica nell’Opera di Giulia Epifani ha  narrato lungo gli 8 giorni della mostra  il transito della vita con un video dedicato alla mostra, la poesia di poeti salentini e non,  la musica del flauto e del violino,  le arti visive con i cortometraggi e la danza con un nugolo di professionisti : con il filmmaker Marc Van Put, gli attori Annamaria Colomba e Daniele Panarese, il regista e attore Salvatore Della Villa, i registi Maurizio Mazzotta, Dario Patrocinio e Lorenzo Manisco. Il M° Gianluca Milanese e il  M° Vera Andrea Longo.

L’intero programma è sotto la direzione artistica di Pompea Vergaro.

Crepuscolo
Crepuscolo

 

di Pompea Vergaro

Nel panorama dell’arte contemporanea Giulia Epifani occupa un posto privilegiato e riconosciuto sia da esperti del settore che da appassionati di arte. Ogni opera, unica e colma di un proprio significato, si presenta come una composizione musicale o un racconto breve per raccontare  un transito della vita. Divenendo, così, ella stessa, narratrice nel  gioco serio pittorico tra la tela bianca, la tavolozza di acrilici e olii e il cavalletto. Sì, perché, in realtà,  compito dell’arte è agire e reagire, e mai sottrarsi, divenendo un appassionato momento di riflessione alla ricerca di un ideale di stile, di bellezza e libertà. Tutto questo riguarda la creatività di Giulia Epifani.

Il colore è radicato nella sua esistenza, alla ricerca di quel difficile equilibrio di ritrarre contemporaneamente l’interiore e l’esteriore, l’anima e la realtà, condizioni imprescindibili dell’uomo. In TRANSITI ella  investiga i concetti di spazio e di  luce, così che il cosmo e l’uomo superano la bidimensionalità della tela dove il vuoto  non è mai vuoto, estraendo la luce che si impone come soggetto e condizione esistenziale in un intimo senso poetico dove trovare conforto e sicuro rifugio che le consente di distaccarsi dalla realtà per poi rimpossessarsene e viverla appieno.

Il suo pennello affonda nel mistero del linguaggio delle tonalità, sempre nitide, senza sfumature, tra tenebre e  bagliori, anche se “TRANSITI” si snoda tra il crepuscolo e l’alba che in natura posseggono anche molti chiaroscuri.

Giulia Epifani 2017

I TRANSITI vengono esplorati dall’artista sottolineando  percorsi ora opposti e separati, ora  sovrapposti  e intrecciati, come lo sono d’altronde,  in natura, le ultime luci della giornata: l’imbrunire contiene i barlumi dell’alba, e le prime luci del giorno, a loro volta, possiedono le ombre del tramonto. In realtà, in un modo o nell’altro   viviamo  con la natura, siamo legati ai suoi ritmi e ai suoi transiti; ne viviamo i respiri, le pulsioni, i cambiamenti, da cui poter trarre esempio e coglierne la saggezza!

La pittura di Giulia Epifani, realista per sua  formazione, è stata  rapportata all’arte concettuale e oggettiva, ma personalmente non avverto l’esigenza di includerla in un corrente artistica prestabilita. Quel che conta è mantenere saldo quello che oggi l’arte esige: coerenza e sincerità proclamando la massima libertà.

E poiché l’Arte pone domande, ma non dà risposte certe, mi piace concludere questo breve percorso con un interrogativo: riusciremo a salvarci? (Pompea Vergaro)

 

Lecce- Galleria Maccagnani Corso Vittorio Emanuele II 

Orario aperta tutti i giorni 10-13/16-22

19 dicembre 2017

 

 

 

2 thoughts on “Lecce. Grande successo  la mostra “TRANSITI ogni crepuscolo possiede i colori dell’alba” la personale di GIULIA EPIFANI

Lascia un commento