Incontro e Mostra sul “Bombardamento di Bari del 2 dicembre 1943”

 Giovedì 30 novembre 2017 alle ore 10.00, presso l’Archivio di Stato di Bari, avrà luogo un incontro ed una mostra documentaria per ricordare il bombardamento della città di Bari del 2 dicembre 1943.

     L’Archivio di Stato di Bari, l’Istituto Pugliese per la Storia l’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea e l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia di Bari promuovono un incontro, rivolto in primo luogo ai giovani, nel corso del quale verranno riproposti, con filmati e conversazioni, i tragici fatti accaduti a Bari nella notte del 2 dicembre del 1943, in occasione di quello che è stato definito il più grave disastro chimico della Seconda guerra mondiale.

     Le bombe lanciate dalla forza aerea tedesca centrarono un intero convoglio di circa venti navi anglo–americane che trasportavano i rifornimenti per l’VIII armata inglese. L’incendio di una petroliera e la nafta che fuoriuscì provocarono, tra l’altro, l’esplosione del piroscafo «John Harvey», carico di ordigni contenenti un gas letale, l’iprite. Gli effetti della potente arma chimica portarono alla morte oltre un migliaio di militari alleati e centinaia di civili.

    Ed è per questo che Bari è stata definita la «Pearl Harbour del Mediterraneo».

Intervengono:

Antonella Pompilio, direttore dell’Archivio di Stato di Bari

Vito Antonio Leuzzi, direttore dell’Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea (I.P.S.A.C.)

Pasquale B. Trizio, presidente dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia – Bari 

    La mostra resterà aperta al pubblico dal 30 novembre al 6 dicembre 2017, lunedì – venerdì ore 9.00 – 17.30.

Ingresso libero

Lascia un commento