mole antonelliana torino

C'est l'un des plus hauts édifices en maçonnerie d'Europe, devenu le monument qui symbolise la ville, à l'instar de la tour Eiffel pour Paris ou de la statue de la Liberté pour New York. Sopra il Tempietto, si staglia la lunga guglia, costituita dal suo basamento, detto "Lanterna", alta 18 metri e del diametro di 15 metri, questa volta a base circolare, anch'essa provvista di un terrazzino. Simbolo architettonico della città di Torino, la Mole Antonelliana fu inizialmente concepita come Sinagoga, prima di essere acquistata dal Comune per farne un monumento all’unità nazionale. Au démarrage des travaux, l’édifice prévu est de 47 mètres. Tuttavia, nel corso del XX secolo, subì importanti ristrutturazioni con cemento armato e travi di acciaio, per cui essa non può più considerarsi una struttura esclusivamente in muratura. Mole Antonelliana: prenota i tuoi biglietti online con un clic e risparmia tempo all'ingresso! La nuova struttura coprì, per buona parte, l'originale muro in mattoni e le varie decorazioni. Dopo 4 anni 1996-2000 di chiusura per ristrutturazione, necessari sia per rinnovare l'ascensore che per eliminare parte degli archi di sostegno in cemento, la Mole diventò la sede permanente del Museo nazionale del cinema, che ad oggi ospita reperti quali macchine ottiche pre-cinematografiche, lanterne magiche e pezzi provenienti dai set cinematografici dei primi film, italiani e stranieri, in un allestimento alquanto suggestivo. Situato al piano terra della Mole Antonelliana, attraversa il museo in verticale e in 59 secondi raggiunge la terrazza panoramica posta a 85 metri di altezza. Per motivi di sicurezza, fu chiuso l'accesso alle strette scalette a zig-zag per salire dentro la guglia e, qualche decennio dopo, furono altresì installate delle sbarre di protezione al balcone del Tempietto per evitare incidenti o tentativi di suicidio da parte di mitomani[12]. Sin dalla sua costruzione, l'opera soffrì di problemi strutturali, data la dimensione areale relativamente ridotta della base e il notevole peso che doveva sopportare. Ad esempio, nel 2016, l'amministrazione comunale, su richiesta di una raccolta firme, decise di illuminare la Mole di color rosso-granata, il 4 maggio di ogni anno, per ricordare le vittime del Grande Torino nella Tragedia di Superga (1949). La guglia venne successivamente rinforzata con l'impiego dell'acciaio, in seguito al rovinoso nubifragio del 1953. Se il primo ascensore interno fu costruito nel 1964, nel 1987, anno della fine della ristrutturazione dell'edificio, fu costruito un secondo impianto, questo attivo fino al 1996, quando la Mole venne ripensata come una sede museale permanente. De 1878 à sa mort en 1888, Antonelli reprend le chantier, avec une série de nouvelles modifications en cours de travaux qui portent la hauteur totale à 146 mètres, puis 153 mètres et finalement à 163,35 mètres, érigeant ainsi la construction en maçonnerie la plus haute d'Europe. Particolare della guglia con la stella sulla sommità, Progetto dell'ing. Negli anni più recenti, la Mole viene sporadicamente illuminata con dei fasti o con delle luci proiettate a colori differenti, a seconda dell'occasione di qualche evento, iniziativa o ricorrenza. Il cosiddetto "Tempietto", fu completato soltanto agli inizi del 1885, dando così il via, sul suo tetto, al basamento per l'inizio della guglia, ovvero all'altezza di circa 90 metri. I cantieri partirono subito dopo l'autorizzazione con Regio Decreto del 17 marzo 1863. Al di sopra, ad un'altezza che va dai 40 a 80 metri, si eleva la grande cupola, a base quadrata, caratterizzata dalla volta allungata, con pareti convesse in muratura autoportante. La Mole fu spesso giudicata un bizzarro tentativo di mediare tra forme neoclassiche e neogotiche, miste alle innovazioni tecnologiche del tempo. Il tricolore fu acceso simbolicamente dal presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano da Roma, per l'apertura ufficiale delle celebrazioni e fu poi rimosso nel 2013. www.museocinema.it/it/museo-e-fondazione-ma-prolo/mole-antonelliana, Fiche de données sur la Mole Antonelliana sur le site d'architecture «, Portail de l’architecture et de l’urbanisme, https://fr.wikipedia.org/w/index.php?title=Mole_Antonelliana&oldid=168087357, Édifice représenté sur une pièce de monnaie, Page avec coordonnées similaires sur Wikidata, Catégorie Commons avec lien local différent sur Wikidata, Portail:Architecture et urbanisme/Articles liés, Portail:Époque contemporaine/Articles liés, licence Creative Commons attribution, partage dans les mêmes conditions, comment citer les auteurs et mentionner la licence, La Mole Antonelliana est représentée sur le verso de la, À l'intérieur de la Mole Antonelliana a été tourné une grande partie du, Un croquis de la Mole Antonelliana apparaît comme symbole de fermeture dans le film de, Une croyance, répandue parmi les étudiants de l'. Moloch Antonella) – budynek użyteczności publicznej w Turynie, architektoniczny symbol tego miasta, zbudowany w latach 1863–1889 według projektu Alessandra Antonellego na zlecenie miejscowej gminy żydowskiej jako synagoga, sprzedany następnie miastu z powodu trudności związanych z finansowaniem jego budowy.W latach 1908–1938 mieściło się w nim … La regale, elegante – e anche un po’ snob - Torino. Itinerari, personaggi, notizie, "Aber Turin!" Antonelli lavorò con dedizione alla Mole fino alla sua morte, che avvenne nell'ottobre 1888; diventò leggendaria quella sorta di rudimentale ascensore azionato da una carrucola che portava il quasi novantenne architetto a diverse decine di metri d'altezza, per verificare personalmente lo stato dei lavori. Find all the transport options for your trip from Torino Porta Nuova to Mole Antonelliana right here. Sono numerose le curiosità che riguardano la Mole Antonelliana, l’edificio che da sempre viene considerato il simbolo della città di Torino.Una sorta di “marchio di fabbrica” del capoluogo piemontese, grazie alla sua inconfondibile sagoma che viene naturale cercare passeggiando per la città. The Jewish community of Turin had enjoyed full civil rights since 1848, and at the time the construction of the synagogue began, Turin was the capital of the new Italian state, a position it held only from 1860 to 1864. The building was conceived and constructed as a synagogue. La Mole Antonelliana è situata nel centro storico di Torino, simbolo della città e uno dei simboli d'Italia. L'attuale ascensore, gestito dal GTT entrò in funzione nel 2000, dotato di pareti laterali totalmente trasparenti, in cristallo di sicurezza, ed è sollevato mediante 4 funi in acciaio che scorrono su guide che garantiscono l'assenza di oscillazioni durante la risalita. Antonelli ne voit pas de son vivant l'achèvement du monument, terminé par son fils Costanzo. Tamborrino, Rosa, La Mole Antonelliana: una cupola così ampia da coprire tutti i popoli italiani, in Castelnuovo, Enrico - Pagella, Enrica (a cura di), Torino: prima capitale d'Italia, Istituto della Enciclopedia italiana, Roma 2010, pp. Dai 90 metri in su ruppe quindi il tema architettonico a base quadrata, progettando un colonnato in granito a base circolare, chiamato la "Lanterna", collocato su un basamento a tronco di cono, e raggiungendo così la prevista altezza di 113 metri verso fine del 1885. Il 18 ottobre 1908, la Mole divenne sede del Museo del Risorgimento. Antonelli had recently added a 121 m (397 ft) dome and spire to the seventeenth-century Basilica of Sa… Nel 1964, fu anche progettato e costruito il primo ascensore per turisti per giungere fino al Tempietto, dal quale si gode tutta la vista panoramica sui quattro punti cardinali. Nonostante gli ottimi lavori dell'elegante pronao e della bizzarra cupola a base quadrata in soli sei anni, la scelta di Antonelli come architetto si rivelò presto infelice per la comunità ebraica. En 1908, le musée du Risorgimento est ouvert au public. Nel febbraio dello stesso anno, a pochi mesi dalla sua morte, l'architetto ipotizzò di terminare la guglia con una stella a 5 punte, uno dei simboli d'Italia, ma poi optò per una statua, raffigurante un "Genio Alato", uno dei simboli di Casa Savoia. En 1961, la flèche est reconstruite, non plus en maçonnerie, mais sous forme d'une structure métallique revêtue de pierre. Le bâtiment atteint alors sa hauteur finale de 167 mètres. Le musée national du cinéma, créé en 1941 et installé à partir de 1956 dans le palazzo Chiablese, est inauguré en juillet 2000 dans ses locaux actuels. La Mole con la guglia spezzata è visibile al termine dei titoli di testa del film del 1955 Le amiche di Michelangelo Antonioni. I lavori di ricostruzione della guglia della Mole Antonelliana furono relativamente veloci (1955 - 1960), ma lo scheletro non fu più costruito in sola muratura, bensì in armatura metallica rivestita di pietra, con numerosi rinforzi ai terrazzini circolari, e riportando l'altezza complessiva della guglia a quasi 165 m[9], senza stella. Planned and begun by architect Alessandro Antonelli in 1863, it was only completed in 1889. 186k follower. Siamo a circa metà altezza dell'intero edificio. 178k photos. Ascensore della Mole Antonelliana, vista panoramica su Torino Ottobre 15, 2020 di EdT Quando piove, o il tempo non si presenta particolarmente bello, non viene certo in mente di cimentarsi in attività turistiche, se non quelle che prevedono la permanenza in locali chiusi. Le 10 avril 1889, le monument est inauguré. Il nuovo progetto d'illuminazione notturna fu realizzato dall'ing. L'altro vano obiettivo dell'amministrazione comunale fu quello di far terminare i lavori per l'Esposizione generale del 1884. Entrambi i registri riportano vistose cornici marcapiano. Le musée national du cinéma présente, sur son site internet, un « hyperfilm » offrant une « hypervision » de l'extérieur de la Mole à l'intérieur du musée, dans lequel l'ascenseur panoramique permet au spectateur d'effectuer, tout au long des cinq niveaux du musée, une « vertigineuse ascension », qui s'achève au Tempietto, le belvédère surplombant la ville à 70 mètres de hauteur. En 1877, la ville de Turin se porte acquéreur de la Mole et relance le chantier. Tali modifiche, l'allungamento dei tempi di costruzione e i maggiori costi, risultarono sgraditi alla comunità ebraica che, nel 1869, per mancanza di fondi, fece quindi terminare i lavori con un tetto piatto provvisorio, a circa 70 metri di altezza. From June 2020 some areas of the Museum will be only partially accessible (e.g. Rome2rio makes travelling from Torino Porta Nuova to Mole Antonelliana easy. Gli effettivi lavori della guglia iniziarono nel 1886, tuttavia, il terremoto del 23 febbraio 1887, sebbene di lieve entità, rallentò tutti i cantieri, facendo emergere ulteriori problemi strutturali, che fecero apportare continue modifiche durante la fase finale, per consentire al terreno di completare il suo processo di consolidamento sotto carico. Con un'altezza di 167,5 metri[1][2], fu l'edificio in muratura più alto del mondo dal 1889 al 1908. À cette époque, le projet d’Antonelli prévoit d’augmenter la partie basse d’un péristyle nouveau et d’augmenter la hauteur de la coupole, portant la hauteur totale du temple à 113,57 mètres. Come da suo progetto iniziale, Antonelli decise di finire la Mole con una terminazione pressoché appuntita, provvista di colonnati tra il neogotico e il neoclassico, imitando così un'altra sua precedente opera, la punta della Basilica di San Gaudenzio, simbolo di Novara. Le 18 octobre 1888, Antonelli meurt ; le monument culmine alors à 153 mètres. Alla sera, si illumina di rosso, durante particolari eventi o periodi di festeggiamenti della città. Le 23 février 1887, un tremblement de terre oblige à renforcer la structure. La comunità ebraica torinese acquistò il terreno nella zona chiamata, all'epoca, la "Contrada del cannon d'oro" (l'attuale via Montebello), per erigere un nuovo tempio, con annessa scuola. The Mole Antonelliana is a monumental building in Turin. Située via Montebello, au cœur de la ville, elle doit son nom à l'architecte qu… touch screens, optical and tactile supports). Le 23 mai 1953, un nouvel orage très violent, accompagné d'une tornade, fait s'écrouler près de 47 mètres de la flèche. La spectaculaire rénovation réalisée par l'architecte François Confino comprend une rénovation de l'ascenseur, réalisant l'ascension en 59 secondes, l’élimination d’une partie des arcs de soutien en béton et l’organisation verticale d’un musée sur cinq niveaux unique au monde. In tal modo, la statua raggiungeva un'altezza totale di 5,46 metri. Il terreno di Via Montebello su cui sorge, fu un antico bastione di mura della città, fatto demolire per ordine di Napoleone Bonaparte all'inizio dell'Ottocento, rendendo quindi il terreno più instabile. Il progetto originale prevedeva un edificio alto solo 47 metri[3], e fu firmato il 15 dicembre 1862. Oltre 150 anni di storia L'edificio simbolo della città di Torino … Destinée à l'origine à devenir le lieu de culte de la communauté juive de Turin, elle est aujourd'hui devenue – après avoir abrité le musée du Risorgimento lors de la création de celui-ci en 1908 – le siège du musée national du cinéma. Progettata e iniziata dall’architetto Alessandro Antonelli nel 1863, venne conclusa solo nel 1889. La Mole Antonelliana (ou dAntonelli) est une structure en maçonnerie en forme de dôme de 167,5 mètres de haut, érigée à Turin (Italie), dont la construction commença en 1863. Guido Chiarelli réalise le projet pour l'éclairage de la flèche, au terme des travaux pour la reconstruction. Fu quindi ricostruita ma più bassa dell'originale, di parecchi metri[10]. Le 11 août 1904, le génie ailé au sommet du monument est abattu par un orage. La costruzione della Mole Antonelliana fu iniziata nel 1862 da Alessandro Antonelli, con l'intento di costruire una sinagoga.I lavori terminarono nel 1889, con un'altezza totale dell'edificio di 163,35 metri, che ne fanno il più alto in muratura al mondo. The building takes its name from its creator Alessandro Antonelli. 103-116 Un'altra versione narra che la costruzione venne ritenuta di tale importanza da essere acquistata dal Comune di Torino già durante la sua costruzione, al fine di destinarla a Museo Civico.[4]. Mole Antonelliana (pol. SAFETY RULES: Si trattava, in pratica, di un significativo rinforzo strutturale ottenuto con accorgimenti tecnici atti a gravare in modo trascurabile sulla struttura. La corsa della cabina si compie in circa 1 minuto, alla velocità di circa 1,5 m/s (5,4 km/h); si arriva al primo livello terrazzato, a 85 metri, il famoso Tempietto. For this reason, all visitors will be granted a reduced-fare admission ticket. Foto, mappa, descrizioni e recensioni per scegliere la soluzione vacanza più adatta a te. A Mole Antonelliana (pronuncia-se "môle", IPA: [/mole/]) é uma estrutura em alvenaria localizada na cidade de Turim, Itália, cuja construção se deu entre 1863 e 1897.Projetada pelo arquiteto Alessandro Antonelli, de onde seu nome provém, possui 167 metros de altura e deveria, originalmente, abrigar uma sinagoga.. História. Terminata la guglia alla fine del 1960, per l'inaugurazione si attese il giorno 31 gennaio 1961, in concomitanza di una serie di cerimonie per il centenario dell'Unità d'Italia. With a height of 167.5 metres, it was the tallest brick building in Europe at the time. Sopra la Lanterna, a partire da una quota di 113 metri, svetta la cuspide della guglia, a base ottagonale e ispirata all'architettura neogotica. An architectural landmark of the city of Turin, it was initially conceived as a synagogue, before being bought by the Municipality of Turin and made into a monument to national unity. Mole Antonelliana je pomembna znamenitost med zgradbami v Torinu v Italiji, ki se imenuje po arhitektu Alessandru Antonelliju. Die Mole Antonelliana (ital. L’ascensore panoramico e la vista su Torino. Poi, a partire dal 1931, e nel corso dei successivi anni, fu necessario predisporre possenti rinforzi in calcestruzzo armato a tutto l'edificio, su progetto degli ingegneri Pozzo, Giberti e Albenga, per sorreggere in sicurezza tutta la volta. Il nome deriva dal fatto che, in passato, fu la costruzione in muratura più alta del mondo, mentre il suo aggettivo deriva dall'architetto che la concepì, Alessandro Antonelli. La dernière modification de cette page a été faite le 4 mars 2020 à 14:46. Entre 1905 et 1908, les décorations intérieures sont réalisées par Annibale Rigotti. In realtà, nonostante quell'anno i cantieri fossero invece ancora in corso, una piccola mongolfiera "Luis Godard", partendo dalla vicina Piazza Vittorio, proponeva un viaggio in cima per vedere i lavori da vicino, al modico prezzo di 5 lire. Located in the historic center, is the symbol of the city and one of the symbols of Italy. Torino sceglie la magia per salutare il 2020 e, viste le restrizioni imposte dalla pandemia, lo fa in streaming. Tutti i lavori (compresa la stella), furono guidati dall'Ing. Dall'anno 2000 al suo interno ha sede il Museo nazionale del cinema. Sempre di forma quadrata, il Tempietto è sorretto da due ordini esastili per lato ed è disposto su due piani, ma l'accesso ai turisti è consentito soltanto a quello inferiore. La suddetta cupola è sovrastata da un'altra struttura, alta circa 20 metri, denominata "Tempietto", che ripropone il tema sottostante del colonnato. En 1863, à l’issue d’un concours, la communauté confie la réalisation du projet à l'architecte piémontais Alessandro Antonelli (1798-1888). Da qui si gode una veduta straordinaria sulla città e sull’arco alpino che la circonda. 45,245 pinned. La copertura del pronao invece, alta circa dieci metri, è caratterizzata dalle falde curve ripetute su tutti i quattro lati, che formano una sorta di cupola quadrangolare la cui cima si raccorda al modulo centrale, suddiviso in due registri; in quello sottostante vi è il loggiato, che presenta venti colonne per ciascun lato, mentre quello superiore è caratterizzato da vetrate semicircolari. Guido Chiarelli per l'illuminazione della Mole Antonelliana, 1961, La Mole Antonelliana decorata per i 150 anni dell'unità d'Italia, Mole Antonelliana vista dalla via sottostante, La Mole Antonelliana illuminata per il 50esimo anniversario della Missione Apollo XI, Mole Antonelliana illuminata di rosso per Santo Stefano nel 2019, La Mole Antonelliana vista dal Ponte Isabella, 1873-1884: da 70 a 90 metri (il Tempietto), 1885-1887: da 90 a 113 metri (La Lanterna), 1889: completamento guglia e Genio Alato (Angelo): 167,35 metri, 11 agosto 1904: la caduta del Genio Alato, Il Risorgimento nelle vie di Torino. L'architetto Annibale Rigotti decorò gli interni dell'edificio tra il 1905 e il 1908. Il est remplacé par une étoile de près de quatre mètres de diamètre ; on peut encore voir le génie à l'intérieur, et il est souvent pris pour un ange. La Mole Antonelliana, magnifica opera dell’architetto Antonelli e simbolo incontrastato della bella Torino, ospita al suo interno, oltre al Museo Nazionale del Cinema, anche un ascensore panoramico che vi permetterà di godere di una splendida vista sul capoluogo piemontese.. La prima corsa dell’ascensore panoramico di Torino avvenne nel 1961, in occasione delle celebrazioni del … Cosa vedere e come visitare Mole Antonelliana. In origine la Mole Antonelliana doveva essere la sinagoga della città di Torino. Simbolo indiscusso della città di Torino, la Mole Antonelliana affascina per la sua eleganza e maestosità. Questo Tempietto è raggiungibile mediante un elevatore senza guide fisse (sostituite da spessi cavi d'acciaio che fungono appunto da guide) situato esattamente nel centro dell'atrio sottostante, dando ai visitatori una panoramica interna della cupola a 360 gradi. Già lo stesso Antonelli sperimentò l'impiego del ferro, sfruttato in tutte le sue potenzialità strutturali, senza però tralasciare il linguaggio architettonico tradizionale. En 1938, le musée du Risorgimento quitte la Mole pour le palais Carignan. Giuseppe Perottino, presso la ditta SNOS di Savigliano, tra il maggio e il novembre 1960. Située via Montebello, au cœur de la ville, elle doit son nom à l'architecte qui l'a conçue, Alessandro Antonelli. Antonelli riprese quindi in mano il progetto nel 1873, sempre con una serie di modifiche in corso d'opera, aggiungendo il cosiddetto "Tempietto", ovvero un colonnato esastilo neoclassico, a due piani, a base quadrata, e che riprende, quindi, lo stile del pronao di base. L'architetto propose una serie di modifiche in corso, che prevedevano l'innalzamento della costruzione a 113 metri, ovvero ben oltre i 47 metri proposti inizialmente per la sola cupola. Mole Antonelliana Torino. It’s also a tourist attraction in its own right, housing the National Museum of Cinema and a dramatic glass elevator. Sulla sua testa fu previsto il posizionamento di un globo luminoso elettrico, ma fu invece deciso di mettere una piccola stella a cinque punte sorretta da un'asta. Durante i successivi lavori di consolidamento, fu deciso di stabilizzarne l'interno con enormi archi di cemento, che però snaturavano completamente l'interno dando uno sgradevole senso di claustrofobia. C'est l'un des plus hauts édifices en maçonnerie d'Europe, devenu le monument qui symbolise la ville, à l'instar de la tour Eiffel pour Paris ou de la statue de la Liberté pour New York. La Mole Antonelliana è un edificio monumentale di Torino, situato nel centro storico, simbolo della città e uno dei simboli d'Italia. Parimenti, l'architetto ideò anche il disegno di una guglia di circa 50 metri sovrastante la Lanterna, di sezione ottagonale, e intervallata da dieci terrazzini circolari, i primi due ancora dotati di colonnato, poi verso l'alto via via sempre più piccoli, e accessibili da una piccola scaletta a zig-zag. La Mole fut l'une des premières constructions illuminées au moyen de petites flammes alimentées au gaz de ville vers la fin du XIXe siècle ; depuis 1998, elle présente sur une de ses faces une installation de l'artiste contemporain Mario Merz, Il volo dei numeri (l'envol des nombres), avec le début de la suite de Fibonacci qui s'élève vers le ciel. Il 23 maggio 1953, alle ore 19:25, un altro violentissimo nubifragio, verosimilmente una tromba d'aria, fece spezzare e precipitare ben 47 metri della guglia nel piccolo giardino sottostante della sede RAI. Tutti i B&B vicino a Mole Antonelliana (Torino) ai migliori prezzi. Lo stesso giorno 10 aprile 1889, vi fu anche una solenne cerimonia di inaugurazione[6] e accesso al pubblico, tuttavia i torinesi scambiarono, erroneamente e sistematicamente, la statua del "Genio Alato" in cima, con quella di un angelo. Cette œuvre a été conçue à l'occasion de la redéfinition de l'illumination extérieure et de la première édition de la manifestation « Luci d'Artista » (Lumières d'artiste).

Le Sante Messe, Origini Cognomi Albanesi, Justin Timberlake Matrimonio Puglia, Open Day Scuole Superiori Bergamo 2021/22, Qua La Zampa Negozio, Guida Pratica Alla Liturgia Pdf,

Lascia un commento