marta e maria vangelo

Dal Vangelo di Giovanni sappiamo che Marta e Maria abitavano a Betânia, un piccolo villaggio vicino a Gerusalemme (Gv 11,1). Anche sei giorni prima dell’ultima sua pasqua Gesù era loro ospite (Gv 12,1-9). Marta sembra essere la primogenita, la responsabile, la padrona di casa che accoglie Gesù. Marta e Maria – Lc 10,38-42 18 febbraio 2016. Perché ha ritenuto essenziale solo quello che stava facendo, era cioè troppo assorbita e preoccupata dalle cose da “fare”. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. [2] San Giovanni Crisostomo, Catena aurea, in loc. Senza orazione, come è difficile accompagnarlo!”[4]. . Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. E per questo Marta viene rimproverata”, Gesù fa capire che l’ascolto attento ai suoi piedi deve essere preferito e anteposto se vogliamo compiere veramente il suo comandamento d’amore. Dai ragazzi (rivolto ai discepoli), diamo una mano a Marta, e riprendiamo dopo il discorso”. Francesco ne parla nell'omelia della Messa a Casa Santa Marta, invitando a riflettere sia sul modo in cui lavoriamo sia sul tempo che dedichiamo alla contemplazione Non sono due atteggiamenti contrapposti, ma, al contrario, sono due aspetti entrambi essenziali per la nostra vita cristiana; aspetti che non vanno mai separati, ma vissuti in profonda unità e armonia. rispose: “Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, 42 ma una sola è la cosa di cui c’è bisogno. In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Marta invece era distolta per i … Non sembra la padrona di casa, almeno nella descrizione di Luca, e l’unica cosa che sa fare è quella di precipitarsi ai piedi del Signore per ascoltare la sua parola. Il racconto ci dice che questa donna aveva una sorella chiamata Maria. È qui che entra Gesù, come racconta Luca nel suo Vangelo. Questo dettaglio indica la posizione sociale e il ruolo di Marta in quanto sorella maggiore e proprietaria della casa5. In questo periodo di emergenza covid-19 accedi gratuitamente all’edizione digitale, : Coraggio cardinal Bassetti, ti vogliamo fra noi, sei partito con... –, : Il giornale La Voce è stato sempre seguito ed ora... –, Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Celebrazione vigiliare nella solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. Inoltre, nel vangelo di Luca troviamo Marta e Maria in una pericope molto famosa e spesso mal interpretata o interpretata in maniera simplista e sbagliata. Marta lavora tanto e Maria aspetta il Signore solo per ascoltare le sue parole. Le cose passano avanti, occupano i primi posti e … Luca 10,38-42: MARTA e MARIA. Includes Address(29) Phone(18) Email(1) See Results. In occasione di una di queste visite compare per la prima volta Marta. Gesù era amico prezioso in quella casa, Lazzaro e le sorelle Marta e Maria erano, in qualche modo, la famiglia di elezione, per Gesù che, spesso si fermava da loro per riposare. Maria ha un altro passo: si siede ai piedi di Gesù nell’atteggiamento del discepolo che si pone in ascolto e si prepara a ricevere il dono della parola: “In un cristiano, le opere di servizio e di carità non sono mai staccate dalla fonte principale di ogni nostra azione: cioè l’ascolto della parola del Signore, lo stare – come Maria – ai piedi di Gesù, nell’atteggiamento del discepolo”. Dille dunque che mi aiuti’”. Omelia del Card. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Maria che si siede ai piedi di Gesù e ascolta la sua parola. Nel corso della storia della Chiesa questa scena è stata molto meditata e interpretata dai Padri e dai santi. Marta e Maria la loro storia raccontata dalle protagoniste. Jan Vermeer (1654-55) Innanzitutto il luogo: la casa di Marta e Maria, sorelle di Lazzaro, a Betania. Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c'è bisogno. Marta e Maria sono le nostre sorelle gemelle, rappresentano il nostro modo, o la nostra possibilità, di essere discepoli del Signore: ascolto e servizio. La prima rifiuta il dono della libertà. Con l’arrivo di Gesù, però, tutto cambiò. Dai Sermoni Tedeschi di Meister Eckhart - Commento a Marta e Maria nel Vangelo di Luca. Perché “di una sola cosa c’è bisogno”. Omelia del Beato GIOVANNI PAOLO II - Viaggio apostolico in Portogallo (10-13 maggio 1991). In apparente inattività, prega e ama. Si trova in Luca 10, 38-42. MARTA LO OSPITO’. Padrona di casa e allieva Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta”. ANALISI DEI TERMINI, NEL LORO CONTESTO BIBLICO (1) In Gv 11,1s, Marta e Maria sono amiche di Gesù e … Non è il suo umile e sollecito servire che Gesù rimprovera, ma il suo troppo agitarsi, troppo pre-occuparsi. In un cristiano, le opere di servizio e di carità non sono mai staccate dalla fonte principale di ogni nostra azione: cioè l’ascolto della Parola del Signore, lo stare - come Maria - ai piedi di Gesù, nell’atteggiamento del discepolo. – Anno C Vangelo: Lc 10,38-42 In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Lo abbiamo fatto, perché le personalità di Marta e Maria sono state utilizzate per definire e contrapporre, anche fra gli “spirituali” cristiani, la vita attiva alla vita contemplativa. . Luca 10,38-42: MARTA e MARIA. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Omelia del Beato GIOVANNI PAOLO II - Viaggio apostolico in Portogallo (10-13 maggio 1991). Ma allora perché Marta riceve il rimprovero, anche se fatto con dolcezza? La risposta di Gesù è un rimprovero fatto con dolcezza, non per condannare ma per sottolineare, appunto, l’atteggiamento del discepolo: “Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una sola c’è bisogno”. [11.2] Maria era quella che aveva cosparso di olio profumato il Signore e gli aveva asciugato i piedi con i suoi capelli; suo fratello Lazzaro era malato. Maria è ai piedi di Gesù, attenta solo ad ascoltare la sua Parola. La seconda lo ha accolto e sa scegliere. Dal quarto vangelo sappiamo che abitavano a Betania, un villaggio sul dorso orientale del monte degli Ulivi, in prossimità di Gerusalemme. Sua sorella invece, che si chiamava Maria, si era seduta ai piedi del Signore e stava ad ascoltare quel che diceva. Marta, però, è nominata per prima probabilmente perché era la padrona della casa. Vediamo un po’ cosa si sa di questi tre fratelli tanto amati da Gesù. These cookies will be stored in your browser only with your consent. Marta di Betania (Tamar) è una figura biblica descritta nei Vangeli secondo Luca e Giovanni come sorella di Maria e Lazzaro, abitanti del villaggio di Betania vicino a Gerusalemme.. Marta è venerata come santa da tutte le confessioni cristiane che ne ammettono il culto. San Josemaría spiegava così questa realtà: “, , si legge nel santo Vangelo. Dei tre vangeli sinottici quello di Luca dedica particolare attenzione a Maria, ponendola in piena luce fin dall’inizio. Marta invece era distolta per i molti servizi. Ben due volte, infatti, nel Vangelo dell'Infanzia egli ha notato questo atteggiamento di Maria, dopo la visita dei pastori: "Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose, meditandole nel suo cuore" (Lc 2,19); e al momento del ritorno a Nazaret dopo l'episodio dello smarrimento di Gesù dodicenne nel tempio di Gerusalemme: "Sua madre serbava tutte queste cose nel suo cuore" (Lc 2,51). Marta ha accolto Gesù, però quella che in realtà gli ha dedicato la sua attenzione e il suo tempo è stata Maria. Innanzitutto il luogo: la casa di Marta e Maria, sorelle di Lazzaro, a Betania. don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 6 Ottobre 2020 ... La storia di Marta e Maria popola il nostro imaginario cristiano, tirando fuori la possibile contrapposizione che si crea tra azione e contemplazione. Out of these cookies, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. Perché ha ritenuto essenziale solo quello che stava facendo, era cioè troppo assorbita e preoccupata dalle cose da “fare”. Infatti, quando non si trascura l’orazione, prima o poi ogni cosa si trasforma in luogo d’incontro con Dio, di dialogo amoroso con Lui. Resides in Cumming, GA. Le registrazioni sono tratte dal sito della Piccola Famiglia dell'Annunziata San Luca racconta che una donna, chiamata Marta, ricevette Gesù nella sua casa. In apparente inattività, prega e ama. Possono far parte dell’Opus Dei i sacerdoti secolari? Marta, però, è nominata per prima probabilmente perché era la padrona della casa. E' da quando abbiamo conosciuto il nuovo messia, quel tale Yeshua venuto da Nazareth, che mia sorella Maria … L'incontro di Gesù con Marta e Maria è un episodio riportato dal vangelo secondo Luca, in cui Gesù viene invitato a casa di due sorelle, Marta e Maria, mentre è in viaggio verso Gerusalemme. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta». E' un episodio che, secondo me, ribalta un po' il modo di pensare classico, tipico della società umana che dà importanza al fare materiale e dà poca importanza all'ascolto spirituale. “Che cosa vuole dire Gesù? Gesù andava volentieri a Betania, in casa dei fratelli Marta, Maria e Lazzaro e lì si intratteneva per avere un po’ di pace famigliare. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. These cookies do not store any personal information. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Secondo la tradizione, dopo la resurrezione di Gesù e le prime persecuzioni in patria, Marta emigrò con la sorella Maria di Betania (identificata con Maria Maddalena), il fratello Lazzaro, Maria Salomé, Maria Jacobé e altri discepoli. La Veglia ha inizio all’aperto, come nel sabato santo, con un lucernario e con il Preconio della festa, si prolunga con l’Ufficio delle letture e la proclamazione del Vangelo di Marta e Maria (Lc 10,38- … Poi, accompagna Gesù nelle sue predicazioni per città e villaggi. Che cosa significa santificare il lavoro? Cristo nella casa di Marta e Maria. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Alla fine, infastidita da ciò che considera uno sgarbo della sorella e forse una certa indifferenza da parte di Gesù, Marta apostrofa il Signore con grande confidenza perché sia Lui a chiedere a Maria di collaborare. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta”. 29 luglio Dei santi Marta, Maria e Lazzaro di Betania, il nuovo Martirologio Romano conserva solo la festa di S. Marta di Betania, ma poiché sono in così stretta relazione sia nei racconti del Vangelo, sia nella leggenda, saranno qui esaminati assieme. Dal Vangelo di Giovanni sappiamo che Marta e Maria abitavano a Bet'nia, un piccolo villaggio vicino a Gerusalemme (Gv 11,1). Luca distingue il modo di avvicinarsi a Gesù delle due sorelle. Marta invece era distolta per i molti servizi. Vi sono fedeli dell’Opus Dei che vivono il celibato? Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».” Una catechesi che mi aveva colpito diceva questo. Lived In Pontiac MI, Salinas PR, West Springfield MA, San Juan PR. Marta invece era distolta per i molti servizi. Also known as Marta E Rivas, Maria E Rivas, Maria Elena Diaz, Mayra Rivas. Marta invece era distolta per i molti servizi. Marta fa notare a Gesù che Maria non sta facendo niente e Gesù le fa notare che Maria è nel giusto, poichè vuole ascoltare le sue parole. Non sappiamo se alla fine Maria, o anche lo stesso Gesù, si sia alzata per aiutarla. Il viaggio di Gesù verso Gerusalemme: «Mentre erano in cammino» (Lc 10,38), è nel caso intercalato da una pausa umanissima, l'essere accolto in casa di Marta e di Maria in un villaggio di nome Betania che significa «casa del povero». Vangelo: In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Gv. Comunque, ben presto Marta si sentirà sovraccarica di lavoro e preoccupata di preparare tutto ciò che le sembra necessario per servire Gesù. Ma non andò così … 39 Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua Non c’è contrapposizione tra i due atteggiamenti, commenta il Papa all’Angelus, l’ultimo prima della partenza per il Brasile, primo viaggio internazionale per la Giornata mondiale della gioventù, a Rio de Janeiro. Poi, accompagna Gesù nelle sue predicazioni per città e villaggi. E’ da quando abbiamo conosciuto il nuovo messia, quel tale Yeshua venuto da Nazareth, che mia sorella Maria si … C'E' UN TEMPORALE IN ARRIVO • PROFILI VANGELO Maria ha scelto la parte migliore. Il collegamento tra la rappresentazione di questo quadro e il vangelo di questa domenica non si trova semplicemente nella scelta del soggetto, ma è l'autore stesso dell'opera a citare la fonte biblica. “Lo accolse come si è soliti ricevere i pellegrini – commenta sant’Agostino -. Marta fa notare a Gesù che Maria non sta facendo niente e Gesù le fa notare che Maria è nel giusto, poichè vuole ascoltare le sue parole. Luca non cita il nome del villaggio, mentre il vangelo secondo Giovanni riporta che le due donne vivevano a Betania. Marta e Maria, le due sorelle amiche di Gesù. Non è il suo umile e sollecito servire che Gesù rimprovera, ma il suo troppo agitarsi, troppo pre-occuparsi. VANGELO SECONDO SAN LUCA 10: 38-42; [38] Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Il viaggio di Gesù verso Gerusalemme: «Mentre erano in cammino» (Lc 10,38), è nel caso intercalato da una pausa umanissima, l'essere accolto in casa di Marta e di Maria in un villaggio di nome Betania che significa «casa del povero». Marta, dice il Vangelo … Nella casa di Marta e Maria Gesù trova quell’accoglienza e ospitalità che gli è stata rifiutata all’inizio del viaggio in Samaria (9,53). Frattanto Maria gode della conversazione “non solo seduta vicino a Gesù – precisa san Giovanni Crisostomo –, ma ai suoi piedi; per manifestare la sollecitudine, l’assiduità, il desiderio di ascoltarlo e il grande rispetto che voleva dimostrare al Signore”. 18 luglio, 16ª domenica del Tempo ordinario. E anche il nostro lavoro con il fratello bisognoso, il nostro lavoro di carità nelle opere di misericordia, ci porta al Signore, perché noi vediamo proprio il Signore nel fratello e nella sorella bisognosi”. Maria si pone ai piedi di Gesù, in ascolto, Marta invece si lascia assorbire dalle cose da preparare, ed è così occupata da rivolgersi a Gesù dicendo: ‘Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Marta era distratta con tante cose da fare, Maria invece era concentrata sulle parole di Gesù. Marta e Maria sono le sorelle di Lazzaro di Betania, sono conosciute e ne parla anche Giovanni. Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Ecco perché Gesù afferma anche che “la parte migliore” di Maria, , alludendo al fatto che invece la parte di Marta si può perdere. Approdarono nel 48 d.C. a Saintes-Maries-de-la-Mer in Provenza, e qui portarono il credo cristiano. Comunque, ben presto Marta si sentirà sovraccarica di lavoro e preoccupata di preparare tutto ciò che le sembra necessario per servire Gesù. Facciamo un salto in avanti: siamo a pochi giorni dalla Pasqua e troviamo ancora una volta Gesù a casa delle due donne. Non sono due atteggiamenti contrapposti, ma, al contrario, sono due aspetti entrambi essenziali per la nostra vita cristiana; aspetti che non vanno mai separati, ma vissuti in profonda unità e armonia. Se apprezzi il nostro lavoro sostienici abbonandoti a La Voce. Pertanto, fattasi avanti, disse: – Signore, non ti curi che mia sorella mi ha lasciata sola a servire? Commenti al Vangelo su Marta e Maria Vangelo di Luca 10, 38-41 . Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Dal Vangelo secondo Luca: 10, 38-42 Marta e Maria disegni da colorare. Maria discerne. Dille dunque che mi aiuti. MARIA HA SCELTO LA PARTE MIGLIORE - Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Lc 10,38-42 In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Afferma infatti Francesco: “L’ascolto della parola del Signore, la contemplazione, e il servizio concreto al prossimo non sono due atteggiamenti contrapposti, ma, al contrario, sono due aspetti entrambi essenziali per la nostra vita cristiana. Dal Vangelo secondo Luca Lc 10, 38-42. relazioni di Gesù con Marta e Maria. E per questo Marta viene rimproverata”[3]. Luca non specifica dove si trova il villaggio di Marta e Maria, ma nel contesto geografico del suo vangelo, il lettore immagina che il villaggio si trova in Samaria. Il Signore stesso rimprovera Marta dicendo che Maria si è scelta la parte migliore. LECTIO Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, Io ospitò. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta. Anche se in realtà la serva ricevette il suo Signore, la malata il suo Salvatore, la creatura il suo Creatore”, . Celebrazione vigiliare nella solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. Alla fine, infastidita da ciò che considera uno sgarbo della sorella e forse una certa indifferenza da parte di Gesù, Marta apostrofa il Signore con grande confidenza perché sia Lui a chiedere a Maria di collaborare. Luca introduca Marta per prima. Aspetti che non vanno mai separati, ma vissuti in profonda unità e armonia”. Per Gesù quella era una buona occasione per trasmettere degli insegnamenti, e non se la lasciò scappare. In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Il Vangelo di Giovanni Audio dell lezioni tenute in agosto 2013 da don Maurizio Marcheselli, professore di Nuovo testamento presso la facoltà teologica dell'Emilia-Romagna, per la Piccola Famiglia dell'Annunziata, Associazione pubblica di fedeli, inserita nella Chiesa di Bologna e fondata da don Giuseppe Dossetti.. E poi il clima che si vive in quella casa: regnano grande pace e armonia. Ora che comincia l'anno, meditazione di san Josemaría, Lettera Apostolica Patris Corde del Santo Padre Francesco, ​Meditazioni: Seconda domenica del Tempo di Natale. Infatti, quando non si trascura l’orazione, prima o poi ogni cosa si trasforma in luogo d’incontro con Dio, di dialogo amoroso con Lui. La differenza è proprio qui, perché le due sorelle sono impegnate ad accogliere al meglio l’ospite: Maria si pone in ascolto, quasi mendicante che si presenta bisognoso di tutto; Marta pone in primo piano il servire. Marta e Maria [38] Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Maria, talvolta considerata la più sensibile e riflessiva, inizialmente avrà dato una mano alla sorella. La povera Marta, come altri personaggi del vangelo come Tommaso o Giuda, è passata alla storia in conseguenza al brano che abbiamo appena letto. 38 Mentre era in cammino con i suoi discepoli Gesù entrò in un villaggio e una donna che si chiamava Marta lo ospitò in casa sua. San Josemaría mette mirabilmente in evidenza questo problema quando in un altro momento esorta: “Lavoriamo, e lavoriamo molto e bene, senza dimenticare che la nostra arma migliore è l’orazione. This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. Carlo Cafarra - Arcivescovo di Bologna. 11, 1-3 [11.1] Era allora malato un certo Lazzaro di Betània, il villaggio di Maria e di Marta sua sorella. Anche se in realtà la serva ricevette il suo Signore, la malata il suo Salvatore, la creatura il suo Creatore”[1]. But opting out of some of these cookies may have an effect on your browsing experience. Anzitutto è importante capire che non si tratta della contrapposizione tra due atteggiamenti: l’ascolto della parola del Signore, la contemplazione, e il servizio concreto al prossimo. Non sono da contrapporre, come erroneamente fatto in mediocri meditazioni, ma da accostare: l’attivismo di Marta si nutre della contemplazione di Maria. Vangelo della 16ª domenica del Tempo ordinario (Ciclo C) e commento al Vangelo. Senza orazione, come è difficile accompagnarlo!”, . Marta e Maria protagoniste del Vangelo di oggi, ci insegnano come deve essere vissuta la vita del cristiano, "l'innamorato" del Signore. Se domenica scorsa abbiamo imparato ad agire in modo misericordioso come il buon samaritano, oggi troviamo un verbo che accompagna il discepolo: ascoltare. Maria L Diaz, 86. 6 Marta e Maria avevano il loro bel da fare. Dal Vangelo secondo Luca. Mentre erano in cammino Gesù entrò in un villaggio e una donna di nome Marta lo ricevette in casa sua. L'incontro di Gesù con Marta e Maria è un episodio riportato dal vangelo secondo Luca, in cui Gesù viene invitato a casa di due sorelle, Marta e Maria, mentre è in viaggio verso Gerusalemme. La contrapposizione tra Marta e Maria non è definitiva perche, come dicevamo prima, Marta è invitata espressamente da Gesù a diventare come Maria. San Josemaría mette mirabilmente in evidenza questo problema quando in un altro momento esorta: “Lavoriamo, e lavoriamo molto e bene, senza dimenticare che la nostra arma migliore è l’orazione. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta>>. Preghiera e azione sono profondamente unite, dice il Papa: “Una preghiera che non porta all’azione concreta verso il fratello povero, malato, bisognoso di aiuto, il fratello in difficoltà, è una preghiera sterile e incompleta. MARTA E MARIA - Vangelo per bambini, Granracconto Lazzaro con le sue sorelle Marta e Maria aspettano Gesù nella loro casetta di Betania. This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. Ma allora perché Marta riceve il rimprovero, anche se fatto con dolcezza? Commento al #Vangelo di questo venerdì: Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose. In questo passo di Marta e Maria, notiamo che Luca adopera termini che difficilmente possono risalire al tempo di Gesù, ma fanno pensare ad un’epoca successiva, a quella delle prime comunità per la precisione. Il brano di Luca ci dice che l’ospitalità è duplice: bisogna accogliere l’altro non solo nella propria casa, ma anche nella propria vita; ed è solo da “un forte rapporto di amicizia con il Signore che nasce in noi la capacità di vivere e di portare l’amore di Dio, la sua misericordia, la sua tenerezza verso gli altri. Omelia del Card. 18 luglio, 16ª domenica del Tempo ordinario. Allora perché Marta è rimproverata? XVI Domenica del T. O. 39-40 Marta si mise subito a preparare per loro, ed era molto affaccendata. Penso però che la faccenda sia può profonda. Commenti al Vangelo su Marta e Maria Vangelo di Luca 10, 38-41 . (cfr Lc 9,35). Marta lavora tanto e Maria aspetta il Signore solo per ascoltare le sue parole. You also have the option to opt-out of these cookies. Essa aveva un sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi.

Prosit Brindisi Tedesco, The Interview Film Completo Ita, Gazzetta Ufficiale Macerata, Django E Sartana, Il Mistero Delle Pagine Perdute Streaming Cb01, Kehoe Usa Colorado, Un Frate Può Diventare Vescovo, Risultati Elezioni Castelfranco Veneto 2020,

Lascia un commento