Exprivia rapporto sulle minacce informatiche dell’ Osservatorio Cybersecurity

Sono in costante aumento in Italia e in Puglia gli incidenti informatici, ovvero gli attacchi informatici che vanno a buon fine, provocando danni a istituzioni, aziende e privati cittadini.

Exprivia

È quanto emerge dall’ultimo Rapporto sulle minacce informatiche dell’Osservatorio Cybersecurity di Exprivia, presentato oggi durante l’Apulia Cybersecurity Forum nella sede della business school Spegea a Bari, che tra luglio e settembre 2021 registra 273 fenomeni tra attacchi, incidenti e violazioni della privacy.

Nel complesso i fenomeni sono in lieve diminuzione (-2,5%) rispetto al trimestre precedente, ma le tecniche utilizzate dai cybercriminali, in costante evoluzione, portano a segno ben 93 incidenti. Il numero degli attacchi si attesta a 166, mentre si rilevano 14 violazioni della privacy.

La Puglia segue il trend nazionale con un numero crescente di attacchi che vanno a buon fine, ma in misura minore rispetto a quanto accade a livello nazionale:

Domenico Raguseo

Dobbiamo tenere la guardia ancora molto alta nella difesa delle rete – commenta Domenico Raguseo, direttore Cybersecurity di Exprivia – in quanto in tutta Italia sta crescendo velocemente il rapporto tra incidenti e attacchi. Rispetto al primo trimestre dell’anno, infatti, quando andava a segno solo il 7% degli attacchi, tra luglio e settembre questo rapporto ha raggiunto il 56%, provocando danni sempre più gravi e irreparabili; un’incidenza che, tuttavia, in Puglia risulta meno marcata, con il 40% di incidenti, ossia di attacchi andati a segno, contro però il 7,6% del primo trimestre. Dunque, dall’analisi emerge che, da un lato gli attaccanti stanno mettendo in campo tecniche sempre più sofisticate, e, dall’altro, gli incidenti possono verificarsi anche a distanza di mesi dagli attacchi, rendendo i sistemi vulnerabili per parecchio tempo”.

Ottimo terzo trimestre inoltre per Exprivia, che ha approvato i risultati confermando la crescita dei ricavi e delle marginalità:

  • Ricavi: 125,0 mln di euro, +4,4% rispetto a 119,8* mln al 30 settembre 2020
  • EBITDA: 17,1 mln di euro, pari al 13,7% dei ricavi, +31,7% rispetto a 13,0* mln al 30 settembre 2020
  • EBIT: 12,5 mln di euro, pari al 10,0% dei ricavi, +50,1% rispetto a 8,3* mln al 30 settembre 2020
  • Risultato ante imposte: 10,2 mln di euro, pari al 8,2% dei ricavi, +79,2% rispetto a 5,7* mln al 30 settembre 2020
  • Posizione Finanziaria Netta a -35,9 mln di euro rispetto ai -40,3 mln del 31 dicembre 2020 e ai -49,6* mln del 30 settembre 2020 
24 novembre 2021

Lascia un commento