BIF&ST-Master Class al Petruzzelli: la Mirren incanta e Virzì colpisce

di Anna Gomes
foto di Francesco Guida

Ieri al  Petruzzelli la  Master Class, con la fuori classe attrice inglese,  Helen Mirren ed il nostro italianissimo e bravissimo regista Paolo Virzi’.

Dopo una standing ovation per l’ attrice inglese, si apre l’intervista moderata dal critico David Grieco e da una brava interprete Lara Maroccini che traduceva per il pubblico dall’ Inglese.

Bifest  ds. l’interprete Lara Maroccini Elen Mirren e Paolo Virzì
Tutto parte dal film del 2016 girato in Florida da Paolo Virzi’ “Ella e John” con gli attori protagonisti Donald Sutherland e Hellen Mirren.
Stanchi delle lamentele dei figli, entrambi malati, i due protagonisti decidono di intraprendere un lungo viaggio in Florida, prima di morire. Il mezzo di trasporto sarà un camper di famiglia.

Il regista parla della Mirren, descrivendola come una donna libera, coraggiosa e diretta. E tutto ciò scaturisce dalle sue battute ironiche ed improvvisate. “Era il periodo delle elezioni di Trump a Presidente degli Stati Uniti ed in America si viveva un clima molto teso e violento” “Ho girato il film in sequenza per la prima volta e tutto è stato faticoso e stressante anche perché a luglio in Florida c ‘era un caldo torrido e non avevamo aria condizionata.”

Paolo Virzì
Continua Virzi’ “Durante le riprese ininterrotte dovevamo controllare le battute e vi assicuro che non è stato facile, comunque non credo che girerò un altro film in America.” e sorride convinto.
“Donal Sutherland ha guidato il camper per tutto il tragitto, ma lui è un attore completamente diverso dalla Mirren, figlio del metodo, organizzato e ligio alle regole.”
“Ella e John” e’ un film italiano controbatte la Mirren e parla bene del regista italiano in termini di umanità e comprensione.
Helen più che seguire un metodo britannico,  seguiva il “suo metodo personale e ironico”.
La Mirren parla inoltre della sua esperienza sul set: “Si, il mio approccio è britannico, ma bisogna sottolineare che la performance è diversa.”
“Quanto ha imparato da questa esperienza?” le chiede il critico David Grieco in inglese.
“Ho imparato che la collaborazione nel cast è fondamentale, dallo sceneggiatore al regista, agli attori chiaramente. Inizialmente ero pervasa da un senso di paura che poi ho superato,  grazie a questo spirito di collaborazione. E’ stata una grande scuola.”
“Vorrei un suo parere sulla sessualità e su quello che sta succedendo in America” incalza Virzi.
Ma la Mirren dribbla la domanda diretta, soffermandosi piuttosto sull’affermazione delle donne nel mondo del cinema. “Sono stata sempre circondata da uomini, al 99 % erano tutti uomini. Diciamo che da dieci anni in poi la situazione sta cambiando sempre piu’.”
“Questa rivoluzione femminile  determina nuove regole e non si può fare nulla senza aprire il mondo a nuove  opportunità e regole che devono essere stabilite a priori” conclude Helen Mirren.
La mattinata evento si è conclusa con un dibattito coinvolgendo gli spettatori.
30 settembre 2021

Lascia un commento