All’ Art&Lab Lu Corigliano d’Otranto serate in musica

Proseguono le attività dell’Art&Lab Lu Mbroia di Corigliano d’Otranto. La settimana prenderà il via giovedì 17 giugno (Ore 19:30 apertura area ristoro – 20:30 inizio concerto – ingresso riservato ai soci 7 euro – posti limitati e distanziati con prenotazione consigliata lumbroia@massimodonno.it – 3381200398) con “Cantastorie, prego” con Enzo Marenaci (chitarra e voce) ed Egidio Presicce (sax e armoniche).
Enzo Marenaci

Lo spettacolo del cantautore-cantastorie alterna momenti di narrazione del paesaggio e della vita in Terra d’Otranto a momenti di ironia ed autoironia sui vizi e sulle virtù tipiche della nostra terra. Le sonorità tipiche dei cantastorie fanno assumere allo spettacolo un tono da racconto e allo stesso tempo un certo brio che sollecita la partecipazione del pubblico.

Venerdì 18 giugno  (ore 20 apertura area ristoro – ore 21 inizio concerto – ingresso riservato ai soci 7 euro – posti limitati e distanziati con prenotazione consigliata lumbroia@massimodonno.it – 3381200398), per il secondo appuntamento della rassegna “Programmazione dal Basso, dieci “duetti inediti” votati tramite un contest sui social, si esibiranno Marco Rollo (pianoforte) e Frank Bramato (voce e live electronics). Marco Rollo è da sempre impegnato nella sperimentazione musicale come ricerca di nuovi percorsi sonori, in cui il piano la fa da padrone e che dà origine a tutto. La sua curiosità lo porta a creare nuove sinergie in cui si ascolta il jazz con incursioni del dub step, per poi passare alle sonorità progressive fino ad arrivare ai suoni elettronici del nord Europa. Frank Bramato, sperimentatore vocale, naviga nella musica da tanti anni, partendo dalle esperienze rock, folk, fino ad arrivare al progressive ed alla musica sperimentale. È un artista difficile da etichettare e volto sicuramente ad accogliere l’istinto improvvisativo del pianista con cui, per la prima volta, si esibirà questa sera. Un concerto mai visto, tra improvvisazione e colpi di scena.
Sabato 19 giugno 
(ore 20 apertura area ristoro – ore 21 inizio concerto – ingresso riservato ai soci 7 euro – posti limitati e distanziati con prenotazione consigliata lumbroia@massimodonno.it – 3381200398) Maurizio Petrelli proporrà un viaggio nel mondo dei crooner italiani ed internazionali. Il cantante, autore e musicista salentino condurrà il pubblico per mano nel suo omaggio ai grandi “cantanti confidenziali”: da Fred Buscaglione a Frank Sinatra, da Charles Aznavour a Renato Carosone, da Nicola Arigliano a Tony Bennett fino ad alcune sue composizioni.

Maurizio Petrelli

Maurizio Petrelli inizia la sua carriera artistica come batterista negli anni ’60, esibendosi in numerosi progetti e compiendo i primi passi sulla scena musicale. Successivamente inizia a cantare e suonare il piano e con il progetto swing “Spaghetti Gang” svolge un’intensa attività live anche in giro sulle navi da crociera. Al rientro da queste esperienze internazionali nasce l’idea di formare un’orchestra e Petrelli allarga l’organico alla sezione fiati, curando personalmente gli arrangiamenti del gruppo. La band realizza numerosi live di successo che culminano con la pubblicazione di un primo disco di cover. Negli anni ’90 vira al rhytm’n’blues fondando i Soul Brothers con i quali nel 1999 incide il primo album, Supercovers. Nel 2002 nasce una collaborazione con il trombettista Guido Pistocchi e insieme realizzano un repertorio di “evergreen”. Si esibiscono nella Salle des etoiles allo Sporting Club di Montecarlo. Nel 2004 fonda l’Orchestra della Terra d’Otranto, con 34 elementi, che ha preso parte alla trasmissione televisiva degli Oscar TV 2004 tenutasi al teatro Ariston di Sanremo. La passione per i grandi ensemble evolve nella big band Grande Salento Orchestra, composta da 17 elementi, giovani musicisti provenienti dal Conservatorio e apprezzati professionisti salentini, che debutta nel 2008 al teatro Paisiello di Lecce sotto la direzione di Marco Della Gatta. Nel 2010 nasce il progetto Pugliamerica A/R, originale percorso musicale in chiave swing che parte dai brani classici di Frank Sinatra e approda alle composizioni più suggestive di Domenico Modugno. Nello stesso anno pubblica un disco dall’omonimo titolo il quale riceve il premio Terra del Sole Award. Nel 2015 esce il suo secondo CD con la big band dal titolo “Amori e altre storie” (Alfa Music), realizzato grazie agli arrangiamenti di Franco Piana, contenente brani originali di Petrelli e un brano del trombettista Guido Pistocchi, presente nel disco anche come musicista. Nel 2018, sempre per Alfa Music, esce “Scatole di vetro”.

Domenica 20  giugno (ore 20 apertura area ristoro – ore 21 inizio concerto – ingresso riservato ai soci 7 euro – posti limitati e distanziati con prenotazione consigliata lumbroia@massimodonno.it – 3381200398) la settimana si concluderà con il concerto di “Crianza suoni.a.sud”.
Marco Rollo

Il gruppo salentino – formato da Alessandro Podo Brunetti (voce), Gianluca Milanese (fiati), Marco Schiavone (violoncello e chitarra) e Mimmo Russi (percussioni) – unisce la competenza decennale nei diversi linguaggi musicali, dalla musica popolare al jazz e alla musica colta. Si tratta di un percorso artistico-musicale in cui uno degli elementi caratterizzanti è l’obiettivo di sviluppare costantemente un vero e proprio Inno al Sud, fatto, appunto, con “crianza”, ovvero con “buona educazione”. Il tutto accompagnando i testi “nudi e crudi” della tradizione popolare del sud Italia, con sonorità arabe e latine, senza tralasciare il consueto e rappresentativo tamburello.

Venerdì 25 giugno (ore 20 apertura area ristoro – ore 21 inizio concerto – ingresso riservato ai soci 7 euro – posti limitati e distanziati con prenotazione consigliata lumbroia@massimodonno.it – 3381200398) la rassegna “Programmazione dal basso” ospiterà l’inedito duetto tra la flautista Giorgia Santoro e il chitarrista e polistrumentista Morris Pellizzari. Due linguaggi diversi che troveranno il loro modo di comunicare. Giorgia Santoro, diplomata in flauto traverso e jazz, specializzata in ottavino e didattica della musica, fonde i suoi percorsi formativi in numerosi progetti musicali che la vedono protagonista: dalla musica popolare alla musica classica, dal jazz alla world music, collaborando, tra gli altri con Andrea Bocelli, Claudio Baglioni, Zucchero, Umberto Bindi e Renato Zero, e nell’ambito contemporaneo con Giorgio Gaslini, Alessandro Solbiati, Marco Betta, ecc. Musicista versatile e dai percorsi variegati, che vedono unire il blues alla musica popolare, la world music al jazz, Morris Pellizzari suona la chitarra, il saz, il kamalè ngonì e numerosi altri strumenti a corda, di varie tradizioni etniche.
Collabora con la BandAdriatica dal 2014 e in numerosi altri progetti musicali salentini. Suona con Mario Arcari in numerose produzioni teatrali del pluripremiato attore italiano Mario Perrotta.
Sabato 26 e domenica 27 giugno  (ore 20 apertura area ristoro – ore 21 inizio concerto – ingresso riservato ai soci 7 euro per singola serata, 12 euro per le due serate – posti limitati e distanziati con prenotazione consigliata lumbroia@massimodonno.it – 3381200398) l’Art&Lab Lu Mbroia di Corigliano d’Otranto, in collaborazione con il festival Conversazioni sul futuro, ospita una doppia serata dedicata a Francesco De Gregori. Il giornalista e saggista, oltre che consulente o direttore artistico di svariati festival ed eventi musicali, Enrico Deregibus ripercorrerà la carriera del cantautore romano attraverso notizie, aneddoti, rivelazioni inedite, analisi. Al suo fianco numerosi ospiti che riproporranno una selezione di brani di De Gregori in versioni inedite. Con il coordinamento del cantautore, cantante e polistrumentista Sasà Calabrese e del giornalista Pierpaolo Lala si alterneranno nelle due serate Massimo Donno, Alessia Tondo, Serena Spedicato, Cristiana Verardo, Enzo Marenaci, Luigi Mariano, Tuma, Gaetano Cortese e altri ospiti.
Deregibus è autore, tra gli altri volumi di “Francesco De Gregori. Mi puoi leggere fino a tardi”, la corposa biografia del cantautore uscita nel 2015 (Giunti), e del più recente “Francesco De Gregori. I testi.
Enzo Marenaci

La storia delle canzoni” (Giunti), un volume di ben 720 pagine, un’opera decisamente anomala nel panorama editoriale italiano, frutto di una lungo lavoro di ricerca. Il giornalista in questo nuovo volume si è dedicato alle canzoni, più di 200, che De Gregori ha inserito nei suoi dischi. Ad accompagnarle, i testi delle canzoni controllati e certificati in prima persona dal cantautore romano. Il libro non nasce però con lo scopo di spiegare i testi, di interpretarli ma con la volontà di indagare le canzoni in tutte le loro componenti: parole, musica, arrangiamenti, interpretazione. E di raccontarne la nascita, le fonti, l’ispirazione, la scrittura, quello che è successo dopo l’uscita, le tante versioni del loro autore e quelle di altri. Il tutto con centinaia e centinaia di dichiarazioni dello stesso De Gregori, tratte da interviste rilasciate dall’inizio degli anni Settanta a oggi e con complessivamente oltre mille documenti consultati.

I live prenderanno il via alle 21Dalle 20, però, sarà possibile, in continuità con le precedenti stagioni artistiche, prenotare un tavolo per il pre-concerto per degustare primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza e degustare i vini delle Cantine Duca Guarini di Scorrano. Le pietanze saranno servite, secondo le attuale direttive, tenendo in considerazione ingressi contingentati all’area ristoro, distanziamento, somministrazione senza manipolazione dei cibi.
16 giugno 2021

Lascia un commento