Alla Scala di Milano super concerto di star della Lirica su Rai 1: “A riveder le stelle”

 

di Anna Gomes

Michela Murgia. La scrittrice ha fatto l’introduzione alla parte dedicata alle eroine d’opera.

L’appuntamento era su Rai 1, alle 17, va in scena “A Riveder le stelle” alla Scala di Milano, per la prima volta, colpevole la terribile Pandemia tuttora in corso, il teatro a porte chiuse e senza pubblico.

Il pubblico, elegante e raffinato, della prima della Scala non c’è, quest’anno e manca a tutti, direttori d’orchestra, cantanti e ballerini.
Questo appuntamento speciale, si rinnovava ogni anno il 7 Dicembre, il giorno di Sant’Ambrogio a Milano.
Introduce Bruno Vespa, visibilmente emozionato e poi Milly Carlucci, più sfavillante che mai.
In questo spettacolo manca la realtà, ma non la sua immagine, la partecipazione ma non la condivisione.
Una serata, questa della Scala, che si ripete da 250 anni, esattamente dal 3 Agosto 1778, quando il nuovo Teatro del Permanini, fu inaugurato con “L’Europa riconosciuta” di Salieri.
Riccardo Chailly

Si rimpiange comunque il 7 Dicembre 2019, solo un anno fa, presente il Presidente della Repubblica, Mattarella, in piedi come tutti, all’eco dell’Inno nazionale di Mameli, diretto dal Direttore musicale, Riccardo Chailly.

Proprio il grande Direttore, Chailly afferma:
 ” Non avrei mai voluto dirigere, senza pubblico. Spero che rimanga un unicum: prima e ultima volta.” dichiara rattristato.
” Per i musicisti l’emergenza è ed è stata pesantissima: sta trasformando il modo stesso di fare musica” conclude.
Protagoniste 24 tra le più note star della lirica internazionale. L’orchestra, diretta da Chailly, distanziata su una pedana, con le spalle al palcoscenico.

Roberto Bolle
Nel programma, alcune tra le più celebri pagine del melodramma: da “Nessun dorma” a “E lucean le stelle”, “Un bel dì vedremo” e via dicendo.
Un secolo di musica e spettacolo, schema scelto da Livermore, che scorre sotto i nostri occhi, emozionandoci profondamente, e culmina con il balletto di Roberto Bolle, a colpi di laser.
8 dicembre 2020

Lascia un commento