Da “Chi ha incastrato Peter Pan” Vincenzo Alighieri il piccolo artista di Oria ci racconta

di Clelia Conte

Un ragazzino ciclonico che ha messo in imbarazzo per la sua prontezza nelle risposte decise i più arguti presentatori, l’ho chiamato sul palco più volte in svariate occasioni e mi ha letteralmente spiazzata: un vero schowman. Insomma, un piccolo enfant prodige che già da qualche anno domina il palco. E’ Vincenzo Alighieri che ho voluto intervistare perché, secondo me, il futuro dello spettacolo potrebbe essere nelle sue mani e chissà, per la sua poliedricità potrebbe divenire un futuro e, per ora insostituibile, grande Pippo Baudo.

al centro Vincenzo Alighieri tra Clelia Conte ds. e Simona Daversa

-Vincenzo, tu sei piccolo ma hai una grande energia e anche parecchia esperienza. Mi racconti dei tuoi percorsi artistici e dei tuoi successi?

Ciao a tutti, sono Vincenzo Alighieri, ho 9 anni e vengo da Oria in provincia di Brindisi.

Vi racconto in breve il mio percorso artistico e i miei successi. Siccome è molto lungo e potremmo non finirla più,  faccio un riassunto.

Vincenzo e i suoi trofei

Tutto è cominciato quando i miei decisero di portarmi in palestra [Aneddoto]. Ho partecipato al programma “Chi ha incastrato Peter Pan?” condotto da Paolo Bonolis su Canale 5. Lì ho incontrato Belen Rodriguez, Gigi Proietti, Arisa e Cannavacciuolo. Ho fatto una domanda a Belen che ha fatto molto parlare sul web, in tv e sui giornali.

Attestati e riconoscimenti del piccolo Vincenzo

Le ho chiesto:”perché lavori in Italia e non lavori in Argentina?” e lei ha risposto “Perché in Argentina ci sono troppe belle ragazze ed ero scontata. Qui no”. Poi le ho detto “Sei molto bella, peccato che sono fidanzato”. Ho anche cantato con Arisa “Nelsole” di Albano. Ho vinto molti concorsi canori nazionali e internazionali, come il 3° posto al Top talent shop, 2° posto al Cantagiro, 1° posto al concorso “Nel sole”, 1° posto Katia Ricciarelli, ho partecipato allo Zecchino d’oro, ho fatto una parte nella fiction “Il commissario Spiedone”, ho condotto un programma televisivo sul canale Antenna sud, “Carisma junior”. Sono stato ospite a molti eventi, ho vinto la fascia di mister Puglia 2018. Studio canto all’accademia e ho scritto un inedito.

-La tua vivacità è nota: ti rende poliedrico!…ma ti senti più cantante o schowman?

 Si, sono poliedrico, tutt’e due: cantante perché mi piace cantare e showman perché mi piace divertirmi, presentare e scherzare. Sul palco bisogna sempre divertirsi. Voglio diventare come Fiorello, per questo mi chiamano il Fiorello tascabile, e come Bonolis. Lui mi ha detto:“sarai il dopo-di-me”.

Che futuro si prospetta nella tua vita?
Non lo so. Per adesso penso a divertirmi e a studiare. Quando diventerò grande deciderò se fare l’attore, lo showman o il cantante.
-Come fai a conciliare scuola e lavoro?
La mattina vado a scuola, il pomeriggio studio, ho tutti 10. Vado in accademia e a basket. In alcuni fine settimana ho eventi. Pochi d’inverno e molti in estate anche se vado in vacanza e mi diverto.
Vincenzino tra mamma Mariella e papà Gianfranco

-Mamma e papà hanno una grande pazienza e ti amano molto. Quando sarai grande e ti auguro un grande successo, li porterai con te?

Si, mi accompagnano sempre. Loro saranno vecchi quando sarò grande e non riusciranno a seguirmi, ma io li saluterò sempre anche dalla tv.
Vincenzo Alighieri con Albano Carrisi
Vincenzo Allighieri con Katia Ricciarelli
19 settembre 2019

Lascia un commento