2 maggio: la biblioteca del Consiglio regionale riapre al pubblico in via Gentile a Bari

teca del mediterraneo

La biblioteca multimediale del Consiglio regionale della Puglia, “Teca Del Mediterraneo”, riaprirà al pubblico giovedì 2 maggio, nella nuova sede consiliare in via Gentile 52, nel quartiere Japigia di Bari. In meno di un mese, informa il presidente dell’Assemblea legislativa pugliese Mario Loizzo, sono state ultimate le operazioni di trasferimento dell’ingente patrimonio bibliografico e documentario, avviate nei primi di aprile.
Il materiale è stato distribuito nei locali idonei disponibili nella sede moderna, più confortevole e sicura sotto ogni aspetto, di proprietà dell’Amministrazione regionale. Questo consente economie di spesa, a fronte degli oneri sopportati per la locazione della sede precedente in via Giulio Petroni, centrale, ma nata per ospitare sportelli e uffici di un istituto di credito e quindi non progettata per il rilevante “uso culturale” cui era stata successivamente destinata, dopo il trasferimento della biblioteca consiliare dai locali originari in piazza Moro, sempre in affitto.
Tanto il personale che gli utenti avranno ora a disposizione spazi ampi e luminosi nell’Ala Est del complesso di via Gentile, che hanno permesso di collocare buona parte del patrimonio a scaffale aperto, per consentire al pubblico di accedere direttamente a libri e periodici, da consultare in loco o chiedere in prestito. Il resto del materiale librario e documentario è collocato in deposito e continuerà ad essere reperibile, con la collaborazione del personale bibliotecario, attraverso la ricerca nel catalogo, costantemente aggiornato.
Nella nuova collocazione, inoltre, la sala riviste offre più posti a sedere per studio e consultazione e quattro postazioni per la ricerca nelle numerose banche-dati giuridiche ed economiche accessibili attraverso la Teca del Mediterraneo. Aumentati anche i posti a sedere nella sala quotidiani: separata dalle postazioni informatiche per l’accesso a Internet, potrà diventare anche un luogo di incontro, di conversazione e scambio di idee.
Una sala angolare spaziosa e particolarmente luminosa viene riservata alla consultazione delle enciclopedie e nuovi spazi sono stati previsti anche per corsi di formazione e per ospitare incontri e presentazioni di libri, con quaranta posti a sedere.

Lascia un commento