Tempesta di polemiche sulla ministra M5s Castelli- I ristoratori dovrebbero cambiare mestiere

di Anna Gomes

E’ bastata una frase per scatenare un mare di polemiche.

Beh, a dire il vero non è che la sua sia una frase tanto leggera da digerire: “I ristoratori? Cambino mestiere” e poi “Se i ristoratori non ce la fanno, dovrebbero pensare a mettere su un altra attività”.

La viceministro dell’Economia Laura Castelli pensa davvero che sia così facile, cambiare mestiere, magari dopo anni di solerte attività nel campo della Ristorazione?

Certo è che la sua dichiarazione non è passata inosservata e molti dei politici, tra cui la Meloni ha dichiarato: “E questa gente dovrebbe aiutare l’Italia a ripartire?” Anche il deputato di Italia Viva, Mattia Mor, chiede le scuse del vice ministro  “La sua è una mancanza inaccettabile di sensibilità per uno dei settori cardine dell’economia italiana, la Ristorazione, i ristoratori italiani meritano solo rispetto.”
Immediata la difesa del M5s, sottolineando che si tratti di una fake news. “Anche oggi i giornali si divertono a screditare il governo ed il suo lavoro.”
“Il governo sta aiutando ristoratori, albergatori, imprenditori a ripartire dopo una crisi senza precedenti. Per questo governo parlano i fatti”.
La ministra si difende cosi’: “La citazione del ristorante è un esempio e non un attacco alla categoria, come hanno voluto strumentalmente far intendere. Dispiace constatare che alcuni giornali, non facciano altro che attaccare il Governo, tramite false notizie, creando conflitti sociali.” conclude.
Ma alle associazioni di categoria tutto questo non basta: “Parole irresponsabili e dannose” commenta Ivano Vacondio,Presidente di Federalimentare” Un ‘ironia davvero incomprensibile” “Assolutamente inaccettabile” conclude Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia.

Lascia un commento