Estate 2020: niente hotel niente villaggi e tutti nelle seconde case (per chi le possiede)

di Anna Gomes

 Quest’anno, causa l’epidemia da corona virus, ancora purtroppo in circolazione, niente alberghi di lusso e resort, pochi o niente viaggi all’estero, ma tanto ritorno alle seconde case al mare o in montagna. Si chiamano vacanze sanitarie!

Certo, beato chi ce l’ha la seconda casa, magari vicino al mare, perché oggi possedere una seconda casa è una vera fortuna, anche se comporta spese ingenti.

Quindi, un ritorno al piacere delle piccole gioie quotidiane ed un salubre ritorno alla famiglia in quanto rifugio stabile.

Rosa Marina
In un momento così difficile e delicato anche dal punto di vista economico, (molte aziende, ristoranti e stabilimenti balneari faticano a ripartire) il dolce rifugio della seconda casa o villa, rimane una certezza inprescindibile ed una garanzia per i fortunati che la posseggono.

Quindi bando ad aerei superaffollati ed a resort da urlo e viva la villeggiatura riposante di un tempo! (Ricordo le villeggiature anni 60/70 che duravano da Giugno a Settembre).

Riva dei Tessali
In tutto questo, le seconde case si possono anche affittare, e diventano un investimento davvero proficuo per i proprietari (per le case con piscina o vicine al mare, i fitti partono da 2/3mila euro al mese fino ai 7 mila nei villaggi “in” come Rosa marina o Riva dei Tessali).
telelavoroInoltre molti continueranno a lavorare da casa ad Agosto, con il telelavoro (causa lockdwn dei mesi precedenti) e quindi in questo modo si potrà unire l’utile ed il dilettevole.
In ogni caso, comunque vada quest’anno, buone vacanze a tutti!
8 giugno 2020

Lascia un commento