FOGGIA- L’assessore Sonia Ruscillo ribadisce norme comportamentali dei cittadini. L’assessore alla Pubblica Istruzione Claudia Lioia dispone per Asili e Scuole dell’infanzia

L’assessore alle Attività Economiche Sonia Ruscillo ha dichiarato che:
“Dopo l’ultimo, tragico, bollettino della Protezione Civile che vede innalzarsi esponenzialmente il numero di contagi e di vittime su tutto il territorio nazionale, mi preme ribadire alcuni basilari atteggiamenti e accortezze comportamentali per cercare di scongiurare il pericolo di contagio da Covid-19. L’imperativo categorico è quello di non uscire se non per esigenze indifferibili e di evitare qualsiasi spesa superflua. E’ fondamentale che la spesa venga fatta da un solo membro per famiglia, evitando inutili assembramenti nei supermercati o negozi di quartiere;  limitiamo le passeggiate con i nostri amici a quattro zampe al tempo necessario per i loro bisogni (ricordandoci sempre che i nostri animali da compagnia non sono portatori di contagio); evitiamo visite inutili a parenti o amici con i quali possiamo comunicare con tutti i mezzi tecnologici. a nostra disposizione; non è necessario fare jogging o sport all’aria aperta, basta un po’ di ingegno in casa per evitare dannose uscite e assembramenti nei parchi cittadini; se è indispensabile usare l’auto, ricordarsi che è sconsigliato trasportare passeggeri. Chiaramente, indossare sempre mascherine e guanti e lavarsi spessissimo le mani. Nella nostra città, Sindaco e Forze dell’Ordine stanno lavorando incessantemente  affinché tutte le regole, comprese quelle suggerite dal buonsenso, vengano rispettate, ma c’è bisogno dell’aiuto concreto e tangibile di tutti! Non bastano gli slogan o gli hashtag: ora è il momento di agire tutti insieme e remare tutti insieme nella stessa direzione. Altrimenti ogni sforzo sarà vanificato dalla superficialità, dall’ignoranza, dall’arroganza e dalla stupidità di pochi a scapito di molti, rispettosi delle regole e della salute, propria e altrui. E questo sia di monito ai cittadini e agli stessi esercenti di commercio. A questo proposito, in qualità di Assessore alle Attività Economiche, in riferimento alle polemiche nate sui social e riverberate da alcune testate locali, mi preme sottolineare che i forni devono limitarsi alla sola vendita di prodotti della panificazione (codice ATECO 10.71.10); da questo risulta evidente che siano esclusi prodotti di pasticceria e pizza al taglio, non essendo questi ultimi prodotti di prima necessità e che potrebbero indurre il fruitore a recarsi nel panificio più volte al giorno”.
——————————————————————————————–
 Pubblica Istruzione del Comune di Foggia, Claudia Lioia
“Come già rappresentato ai consiglieri comunali Salvatore De Martino, Concetta Soragnese e Dario Iacovangelo, nel rispondere alle condivisibili richieste avanzate, credo sia utile portare a conoscenza della cittadinanza che il Servizio Istruzione del Comune di Foggia, di concerto con il Sindaco Landella, si era già posto il problema sollevato dai consiglieri, e già individuato tre linee di intervento.
1) ASILO NIDO COMUNALE E SCUOLE DELL’INFANZIA COMUNALI: Si procederà al rimborso delle rette corrisposte dalle famiglie per i mesi di mancata frequenza degli istituti scolastici per effetto della sospensione dell’attività didattica, per le famiglie i cui figli, per il prossimo anno scolastico, o hanno terminato il ciclo della frequenza dell’asilo nido o della scuola dell’infanzia o che non intendano confermare l’iscrizione o, nel caso di continuità della frequenza delle suddette scuole, allo scomputo dalla retta dovuta per il prossimo anno scolastico. Identica modalità si adotterà per quanto riguarda il servizio di trasporto scolastico e la mensa scolastica.
2) ASILI NIDO CONVENZIONATI PER I BUONI DI SERVIZIO COMUNALI O REGIONALI: In questo caso sono allo studio delle coprogettualita, sulla base dei vari decreti che si stanno susseguendo negli ultimi giorni, che consentano di attivare la didattica a distanza e di far salva quella già posta in essere dalla comunità educante, in modo tale da consentire, anche per tale periodo, l’erogazione in favore della stessa, dei contributi  disposti a livello comunale e regionale.
3) SCUOLE DELL’INFANZIA PARITARIE PRIVATE: È intenzione ed impegno dell’Amministrazione dare un sostegno economico anche per le famiglie che frequentano gli istituti privati, pur essendo consci che, non potendo entrate nella libertà imprenditoriale privata, la leva essenziale è quella della sensibilità dei gestori delle asili privati nei confronti di famiglie chiamate, in questo drammatico momento, a sopportare spese non previste. Tanto premesso, in collaborazione con il servizio finanziario, si intendono individuare risorse economiche da destinare alle scuole dell’infanzia private, a fronte della sottoscrizione di protocolli di intesa con le predette scuole, per la restituzione delle rette pagate dalle famiglie, in parte o, come speriamo, integralmente. Gli uffici comunali, dunque, individuate le linee di intervento, così come sopra descritte, sono al lavoro per la predisposizione di tutti gli atti amministrativi per rendere concreto il sostegno alle famiglie”.

Lascia un commento