Al museo civico di Bari le celebrazioni per il compleanno di Niccolò Piccinni il grande musicista del settecento

Oggi pomeriggio alle 17, presso il museo civico di Bari, si e’ voluto celebrare il compleanno di Niccolò Piccinni, il grande musicista barese nato nel 1728.(1728/2020)ù

di Anna Gomes

Museo civicoA piu’ di 200 anni dalla nascita, in seguito al grande successo dell’apertura del rinnovato teatro Piccinni, l’amministrazione comunale di Bari in collaborazione con il FAI, ha voluto ricordare il grande musicista barese compositore di brani dell’Opera Buffa del 700, con un evento di celebrazione nel giorno del suo compleanno, dedicandogli una serata all’insegna della sua musica con luci e suoni, coinvolgendo tutta la cittadinanza e gli addetti alla cultura.

Apre i lavori Micaela Paparella, consigliere comunale di Bari, in rappresentanza di Ines Perrucci assessore alla cultura, parlando di un primo appuntamento  di celebrazioni e prospettando un percorso culturale futuro piu’ ampio, che possa coinvolgere sempre più la cittadinanza barese ed i turisti.
Proseguono il lavori il Direttore del Conservatorio di Bari, dott.Roselli, Grazia Bonadia maestra musicale presso il conservatorio di Bari, il dott. Leonetti del Fai e il professor Scardicchio, docente di Storia della musica presso l’Universita’ di Bari.
Niccolo’ Piccinni nacque a Bari nel 1728 da padre violinista (suonava in Cattedrale) e da subito mostrò il suo grande talento.
Non aveva peroò mezzi economici adeguati per continuare gli studi, e solo grazie all’aiuto dell’Arcivescovo di Bari poteè continuare a studiare musica a Napoli.
In seguito,si trasferiì a Parigi alla corte di Maria Antonietta di Francia e le sue opere altamente melodiche, cominciarono a diffondersi in tutto il mondo.
Alla fine dell’evento, gli ospiti sono stati allietati dalle note della giovanissima violinista Maria Salvemini, primo violino presso il Conservatorio di Bari.
La serata si e’ chiusa con uno spettacolo di marionette diretto da Paolo Comentale.
In tarda serata si è prevista  inoltre, una visita guidata presso la casa di Niccolò Piccinni in piazza Mercantile.
16 gennaio 2020

Lascia un commento