LECCE-100 nuovi alberi in scuole e parchi pubblici per la Festa dell’albero e Stati Generali del Verde Pubblico

Lecce è tra le città che ospiteranno gli Stati Generali del Verde Pubblico, in programma il 21 e 22 novembre, organizzati dal Comitato per lo sviluppo del verde pubblico del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, (MATTM). Quest’anno le iniziative si svolgeranno a Torino, Milano, Venezia, Roma, Bologna, Napoli e Lecce, che è tra queste grazie all’iniziativa intrapresa dal Sindaco in settembre con apposita nota indirizzata al Presidente del Comitato organizzatore. Massimiliano Atelli.

Negli stessi giorni il Comune di Lecce per celebrare la Festa dell’albero provvederà, a partire dalla giornata del 21 novembre e per i giorni successivi, alla messa a dimora di cento nuovi alberi in scuole e parchi pubblici della città.

Nella nostra città si svolgeranno due giornate di confronto sul tema del verde urbano, in linea con lo spirito degli Stati Generali che puntano a fondere, mescolare e contaminare il più possibile esperienze, competenze e linguaggi diversi in nome di un obiettivo comune strategico: rafforzare in Italia la cultura del verde e diffondere la consapevolezza del valore del verde pubblico per costruire città più resilienti e inclusive.

Giovedì 21 novembre la Festa dell’albero  a Lecce si aprirà alle ore 9 con una Cerimonia presso il Vivaio Forestale Galiò in viale della Libertà 70. Qui, insieme al sindaco Salvemini, al comandante del gruppo carabinieri Forestali di Lecce Co. Jacopo Ristori ci sarà Sua Ecc. Rev.ma Mons. Michele Seccia, Arcivescovo di Lecce, per una benedizione delle piantine che saranno messe a dimora a partire dalla mattinata.

Grazie alla collaborazione tra gli assessorati alla Pianificazione Urbanistica, Pubblica Istruzione, Ambiente e Lavori Pubblici, infatti, l’amministrazione comunale onorerà la Festa dell’albero piantumando 100 nuovi alberi nelle pertinenze scolastiche (già identificate dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione) e all’interno di parchi e spazi pubblici della città nei quartieri Santa Rosa, Ferrovia, San Giovani Battista e Borgo San Nicola. In particolare saranno piantumate 30 piante di bagolaro, 20 piante di carrubo, 20 piante di corbezzolo, 10 piante di lentisco, 10 piante di pioppo, 10 piante di pino. Le piante saranno fornite da ARIF– Agenzia Regionali Risorse Irrigue e Forestali e la loro piantumazione curata in collaborazione con Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia di Lecce, Carabinieri Forestali, Società Botanica Italiana, Accademia dei Georgofili sezione Sud-Est, AIAPP – Associazione Italiana Architettura del Paesaggio e Istituzioni scolastiche del Comune di Lecce.

Nel pomeriggio di giovedì 21 novembre, dalle 16 al Must, la prima iniziativa che rientra nel programma degli Stati Generali. Il dibattito “Parchi urbani: vivibilità, socialità, sicurezza e giornata nazionale degli alberi”, che vedrà la partecipazione del Ministro delle politiche agricole e forestali Teresa Bellanova e del presidente il  Presidente dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) Stefano Laporta. Dopo i saluti del Sindaco Salvemini, del Prefetto Cucinotta, del Procuratore Leone De Castris, del Rettore Pollice, del Vice-comandante del Comando Unità Forestali, Ambientali ed Agroalimentari Carabinieri Gen. De Laurentis, dell’assessore all’Ambiente della Regione Stea, dell’assessore al Piano del Verde della Città di Lecce Miglietta e del Dirigente del Dipartimento Agricoltura della Regione Campanile, si terranno le relazioni di Francesco Tarantino, Agronomo e socio Aiapp sull’”Atlante degli alberi monumentali di Puglia, il valore scientifico e culturale” e Giulia Caneva Prof.ssa di Botanica Applicata, Università di Roma su “Storia e Biodiversità nelle alberature urbane italiane”.

Anche l’Università del Salento, su proposta dell’associazione studentesca Federazione degli Universitari, promuoverà un’iniziativa di piantagione di giovani alberi in alcuni degli spazi verdi di pertinenza dell’Ateneo nella mattinata del 21 novembre. In particolare, 50 alberelli e arbusti appartenenti a specie della flora salentina, tra cui il bagolaro, il carrubo, il corbezzolo e lentisco, forniti dai vivai forestali regionali dell’ARIF, saranno messi a dimora in aree del campus Ecotekne (nei pressi del Museo dell’Ambiente, con inizio alle ore 10.30) e di Studium 2000 (alle ore 14.30), sotto il coordinamento dell’Orto Botanico dell’Università del Salento e con l’assistenza degli Uffici tecnici dell’Ateneo.

La mattinata di venerdì 22 novembre si aprirà alle 11 nella sala convegni del Must. Qui si terranno i contributi di Carlo Blasi Direttore scientifico del Centro Interuniversitario Biodiversità, Servizi ecosistemici e sostenibilità e membro dei comitati ministeriali per il “Capitale naturale” e per lo “Sviluppo del Verde Pubblico”, che presenterà  la “Strategia nazionale del Verde Urbano” e di Antonio Longo del Politecnico di Milano con un intervento dal titolo “Il paesaggio cambia la città”, oltre al contributo dell’Ordine degli agronomi e forestali di Lecce con Paolo Marini, Presidente della Commissione verde urbano, che presenterà il secondo fascicolo delle “Linee guida per la gestione del verde urbano”.

Nel pomeriggio dalle 16.30, sempre al Must, si terrà il Dibattito Pubblico con i cittadini e le associazioni sul tema del “Piano del Verde” della città di Lecce, moderato da Fabio Ippolito, responsabile tecnico scientifico Orto Botanico del Salento. Durante l’appuntamento sarà presentata la mostra video-fotografica su “L’Atlante regionale pugliese degli alberi monumentali” a cura della Sezione pugliese della Società botanica italiana di Antonio Lezzi e Francesco Tarantino.

 

Quest’anno abbiamo voluto dare maggiore forza alla Festa dell’albero candidandoci ad ospitare gli Stati Generali Verde Pubblico che svolgono un’importante azione di divulgazione, ricerca e monitoraggio sui temi della qualità degli ambienti urbani del paese – dichiara l’assessore al Piano del Verde Rita Miglietta – A Lecce procederemo alla redazione del Piano del Verde tramite un bando pubblico per un team di professionisti con differenti competenze in materia, scambiando esperienze con altre città italiane che sono più avanti e per dare risposte alla comunità che chiede una città più verde e sostenibile, spesso prendendosene cura in modo diretto con grande passione e competenza. A Lecce esiste un importante patrimonio di verde pubblico che ha bisogno di essere inserito in una strategia integrata, per migliorarne la cura e metterlo in rete, incrementando le superfici alberate e gli spazi permeabili. Pensiamo a Lecce come Città dei Parchi, con una comunità attiva che abita lo spazio aperto e se ne prende cura grazie ad iniziative collettive e di prossimità. Il Piano del Verde deve orientare il futuro assetto urbanistico della città, perché il verde non è un semplice accessorio. Oggi deve essere il paesaggio a governare le trasformazioni, le pratiche sociali, economiche e culturali. Invito pertanto tutti a partecipare alle giornate e al dibattito pubblico e ringrazio tutti coloro che con i loro progetti stanno mettendo in cantiere alberature spontanee.”

 

15 novembre 2019

 

Lascia un commento