Petizione per prolungare Il Paradiso delle Signore. La soap opera di Rai Uno incolla alla TV e incuriosisce gli scettici.

FIRMA LA PETIZIONE PER LA RAI:   https://www.petizioni24.com/vogliamo_la_soap_il_paradiso_delle_signore_daily_2?fbclid=IwAR2s3NMj5lVtoKZ5MYdzI_60Qy3R5I0JnOo7FKhSoyETVCbCj_KL_xVYHBc

di Clelia Conte

Nel mondo del lavoro tutti sono sotto stress e spesso nelle grandi città non rientrano a casa a ora di pranzo, si pranzo! Si chiamava così un tempo. E’ vero lo confesso: vivo in una città meridionale, città metropolitana e lavoro senza interruzione come mamma e come giornalista. Da qualche mese però spezzo la giornata, quando posso, rilassandomi sulla poltrona perché devo vedere l’unica soap che abbia rapito la mia attenzione “Il Paradiso delle Signore” e guai a chi mi distoglie: Mezz’ora di “Paradiso” e poi si riprende!

Il Paradiso delle signore- famiglia Guarnieri

Sto studiando questo fenomeno per capire come possa questo lavoro televisivo piacere così’ tanto anche a me che odio le lungaggini delle soap.

Questa serie è l’altra faccia di questi generi di programmi perché nasce come fiction a puntate. Qui non ci sono padri che sposano le nuore e figli che amano le fidanzate dei padri, qui si rientra in un contesto sociale degli anni di ripresa economica dopo la seconda guerra mondiale. Si assaporano i buoni sentimenti e la voglia di crescere sia per l’imprenditore Vittorio Conti che per i  singoli individui che sfidano se stessi per realizzare i loro sogni come ad esempio il personaggio di Tina, che vuole diventare una cantante e di Federico che aspira a diventare uno scrittore. La ricca Marta Guarnieri rinuncia agli agi della sua lussuosa casa per mettersi in discussione con il lavoro ed andando a vivere in una umile dimora.  All’epoca quei sogni potevano realizzarsi perché l’Italia era fertile alla crescita ed alle idee.

Il Paradiso delle signore- famiglia Cattaneo

Bisogna intercalarsi nell’epoca e osservare come la solidarietà e l’amicizia esistessero sul serio, guardare le commesse, ognuna con una sua storia ma legate da uno stesso obiettivo, quello di lavorare in armonia in un ambiente all’avanguardia. La prova della loro amicizia indissolubile è l’arrivo della mela marcia e cioè la nuova commessa calcolatrice che mette in azione le sue scorrettezze e la sua malignità. Le altre commesse però non la emarginano, la comprendono tenendola a bada e contrastando la sua lingua biforcuta.

Il Paradiso delle signore- famiglia Amato

Ma perché piace il Paradiso? Credo che sia proprio la storia in se che affascini gli spettatori, la presenza assortita dei personaggi e delle famiglie di tutti i livelli sociali: i banchieri ricchissimi, gli imprenditori emergenti, i medio borghesi e i più poveri. Tutti esprimono buoni sentimenti e dignità e non hanno paura di frequentarsi gli uni con gli altri.  Il Paradiso piace ai sessantenni perché si immedesimano nei tre prototipi di famiglie citate e a quelli più giovani perché ne sono affascinati. L’amore è vissuto con un’attesa ed un entusiasmo tipico di quei tempi quando ci si innamorava di una persona e per conquistarla era molto difficile, quando l’attesa di un magico esito ti faceva venire i brividi. Le location sono perfette e gli abiti sono belli e molto simili a quelli portati dalle nostre mamme o nonne. Le pettinature e i trucchi sempre più attendibili.

Ho contagiato anche gente scettica e colleghi di lavoro per vedere i magici episodi. Incredibile! Perciò appoggio e sollecito i nostri lettori a firmare la petizione alla fine dell’articolo per prolungare il lavoro per la prossima programmazione del palinsesto di Rai Uno. Grazie a tutti anche da parte dei fan accaniti… altrimenti il pomeriggio come ci rilasseremo?

LINK PETIZIONE:
https://www.petizioni24.com/vogliamo_la_soap_il_paradiso_delle_signore_daily_2?fbclid=
IwAR2s3NMj5lVtoKZ5MYdzI_60Qy3R5I0JnOo7FKhSoyETVCbCj_KL_xVYHBc

20 febbraio 2019

6 thoughts on “Petizione per prolungare Il Paradiso delle Signore. La soap opera di Rai Uno incolla alla TV e incuriosisce gli scettici.

  1. Grazie sig.ra Clelia per aver scritto questo splendido articolo è proprio vero quei 30 minuti sono veramente piacevoli anche perché io oggi 70 mi rivedo a pieno in quell’epoca dove ero giovane e si poteva sognare si facevano grandi progetti si stava aprendo il periodo del boom economico e c’era il desiderio di arrivare. Purtroppo oggi i nostri giovani non sognano più. È bello che anche loro vedano questa soap e imparino ad essere più sereni e sperare che questa nostra serenità possa entrare nei loro cuori. Ancora grazie

    1. Tanti auguri signora Tiziana!
      La mia soddisfazione è proprio quella di avere dei riscontri e confrontarsi, scontrarsi e condividere.
      Grazie di cuore
      Clelia Conte

  2. Bellissimo articolo …condivido in pieno quanto scritto! Ho rivisto la mia giornata …sono una moglie/mamma/nonna e dalka mattina alla sera non faccio altro che correre a ds e a sn …da quando é iniziato il paradiso ho la scusante di fermarmi mezz’ora e poi via a riprendere la giornata…sapeste quanto fa bene quella mezz’ora che ti trasporta in un mondo diverso ( quello della tua fanciullezza e della gioventu dei tuou genitori) ti fa stare proprio bene..molto trascinante …
    Sarebbe un vero peccato smettessero la produzione …speriamo che cambino idea e se sarà così non faremo altro che ringraziare la produzione …
    Bhe speriamo!!!

    1. Cara Stefania, la Rai ha azzeccato. La produzione è molto costosa, di qualità ma è un toccasana per il nostro benessere.
      Speriamo davvero che vada avanti per allietarci con una soap dolce e scorrevole, realistica e senza violenza ed inutile volgarità.
      Un saluto affettuoso
      Clelia Conte

  3. Non chiudete la soap il paradiso delle signore!!! Nella mia famiglia la vediamo tutti anche mia madre che purtroppo è invalida, quando inizia la trasmissione non se ne perde una, la rende felice e per lei che non esce mai di casa, è veramente un delizioso momento fatto di bei ricordi di un epoca vissuta ai suoi tempi, attori bravissimi , garbati, amicizia vera, spontaneità, educazione ecc… Le storie tutte molto avvincenti che non finiresti mai di guardare, sta coinvolgendo tutti, anche le mie amiche ne sono entusiaste.. Ora abbiamo saputo con enorme dispiacere che la Rai la vuole chiudere x i costi e non so’ per cos’altro.. L’audience va benissimo, visto l’orario in cui viene trasmessa… Allora perché???? C’è lo stiamo chiedendo tutti!!! La Rai dovrebbe rispettare ogni tanto il parere dei telespettatori che pagano il canone!!! Siamo indignati x questo e abbiamo aderito con le firme ad una petizione per far capire a chi di dovere, a quanto teniamo al programma. Fiduciosi che tutto questo non avvenga e che dall’alto qualcuno ci ascolti…porgo cordiali saluti.

Rispondi a Alessandra Longu Annulla risposta