SCAMPIA, Napoli nord diario di viaggio per la sede onlus Centroinsieme: dove “si respira aria di rinascita e recupero”

di Cinzia Santoro

Arriviamo a Scampia, Napoli Nord domenica 16 settembre. Il sole alle 10 circa di mattina arroventa la nostra auto, percorriamo un tratto stradale ampio circondati da palazzoni, il camion per il ritiro della spazzatura ci precede. Mi aspetto di vedere le Vele, guardo con apprensione mista a curiosità. Il navigatore ci abbandona e noi proviamo a contattare Vincenzo Monfregola, presidente del Centroinsieme Onlus operante a Scampia dal 2014. Nulla! Ci avviamo e raggiungiamo la piazzetta adiacente alla parrocchia Maria S.S. del Buon Rimedio. Arriva l’eco dell’omelia e mi affaccio sull’uscio …la chiesa è gremita …

Finalmente troviamo l’edificio lotto P5 DI Via Arcangelo Ghisleri, incontriamo Vincenzo che ci accoglie calorosamente e chiacchieriamo di Scampia, Napoli Nord 41000 abitanti circa. Il Centroinsieme Onlus nasce come centro di aggregazione e doposcuola per i bambini e ragazzi  (circa 45 quest’anno) abitanti delle Vele. Monfregola, sottolinea che l’intento è quello di dare voce  e diritti ai cittadini del  quartiere, dignità e futuro ai bambini, affinché ognuno di loro possa, come tutti, scegliere chi essere e chi diventare nella vita. Parla con entusiasmo, un sorriso che accoglie e con  lui Patrizia

CentroInsieme Onlus: Progetto-Vela

Mincione, impegnata a fermare il degrado dell’area ed aiutare bambini e ragazzi a rifiutare la cultura della violenza e delle sopraffazione in cui la camorra vorrebbe confinarli. Si respira aria di rinascita e recupero, le aule che ci accolgono sono colorate ad arte dai piccoli che nel pomeriggio fanno il doposcuola,  su una parete spicca un disegno donato da un artista iraniano, un tappeto magico circondato da alberi e un bimbo che vola.
Mi sarebbe piaciuto restarci ancora un po’ con Vincenzo, Patrizia e i tantissimi volontari che ogni giorno sono in prima fila nella battaglia per riportare la legalità a Scampia Napoli Nord 41000 anime che reclamano il diritto a vivere la vita dignitosamente.

Lascia un commento