BARI-Convegni in Fiera su L’Europa e le nuove sfide e su I gemellaggi fra città

2 convegni organizzati dall’Associazione italiana dei Consigli comunali e delle Regioni Europee (AICCRE PUGLIA) con il Movimento Federalista Europeo (MFE), e lo EUROPE DIRECT PUGLIA, nell’ambito dell’edizione 2018 della Fiera del Levante,e svoltosi nello spazio del padiglione 152 bis, l’11 e 13 Settembre

di Massimo Balenzano

La sala del Consiglio Regionale della Puglia, ha visto una nutrita presenza di pubblico nonché dei delegati agli interventi, ed addetti alle testate giornalistiche.Il primo incontro si e tenuto l’11 settembre sull’Europa e le nuove sfide con un nutrito gruppo di relatori. L’incontro dedito alla sensibilizzazione dei cittadini a sentirsi europei ed a contrastare attualmente questa forte scia di antieuropeisti. L’aria che tira non è di certo favorevole ma bisogna comunque andare avanti. A fine maggio 2019 si terranno le none elezioni europee. Dal 1979 ad oggi, attraverso i trattati, il Parlamento europeo ha ottenuto maggiori poteri ed un’accresciuta influenza. L’Unione europea purtroppo non è una federazione  oggi è  negata da alcuni Stati membri e da numerosi partiti e movimenti. I nemici dell’unificazione europea sono alle porte e pronti a colpire nelle prossime elezioni.

Il Danilo Sciannimanico (assessore al comune di Modugno) apre la serie di interventi, mensionando l’esempio di un gemellaggio della sua comunita’, con quella del comune di Tolentino in provincia di Macerata, volto ad un legame nel segno della religiosità. Il dott. Pierluigi Introna (v.sindaco di Bari), ha sottolineato gli aspetti positivi del gemellaggio tra popoli, nell’affrontare i problemi, quando sussiste una carenza di leggi sovrane. Segue l’intervento di

Luca Lopomo (comune di Crispiano) che ha illustrato come situazioni di gemellaggi fatte in tempi passati, possano avere riscontri positivi, con effetti anche sulle generazioni presenti. Nell’intervento di Nicola Cristofaro (respons. ufficio dibattito MFE), si è evinto come i primi gemellaggi, risalenti agli anni ’50, siano stati uno strumento di scambio interculturale ricordando con uno sguardo rivolto al presente i finanziamenti per attuare tali progetti, a suo giudizio, dovrebbero essere veicolati nella giusta direzione e cioè coinvolgere e agevolare i cittadini per gli scambi culturali fra paesi e non spendere a volte solo per politici ed amministratori che spesso vanno a farsi le “gite”.

Nicola Cristofaro

In ultimo Clelia Conte giornalista (Comitato centrale MFE), oltre a citare esperienze personali di gemellaggi fra comunità prendendo ad esempio Erchie(BR) gemellatasi con Siracusa per avere in comune Santa Lucia, ha sottolineato come questa istituzione, favorisca in primis il processo di integrazione tra popoli di diversa cultura come anche il progetto Erasmus con il quale concorre a vivacizzare il sentimento europeo. Senza l’Europa i paesi membri sono deboli ed hanno bisogno di stimoli continui per dirigersi verso un’Europa Federale.

Presente la segretaria della sezione MFE, Luciano Bolis di Bari, Santa Vetturi che auspica una città più preparata alla cultura europea e sottolinea che “noi federalisti non siamo degli illuministi ma abbiamo anticipato tante manovre politiche che poi si sono realizzate anche grazie al nostro forte impegno ed oggi dobbiamo ancora di più affermare le nostre idee per non buttare all’aria tutti i sacrifici fatti verso un’Europa tanto auspicata da Altiero Spinelli”

15 settembre 2018

http://www.gazzettadaltacco.it/2018/09/09/in-fiera-del-levante-si-parla-di-europa-nel-padiglione-del-consiglio-regionale-due-convegni-sulle-nuove-sfide-e-sui-gemellaggi/

Lascia un commento