ANTEPRIMA SO WHAT FESTIVAL-1 al 12 agosto a Melpignano

                                                                             foto in copertina Tiziana Verardo
Il producer Go DuGong è il protagonista del party che apre la quinta edizione del festival, ideato e organizzato dall’Associazione culturale Altatensione, che dal 1 al 12 agosto proporrà a Melpignano un programma ricco di musica, cinema, arte, letteratura e impegno sociale. Tra gli ospiti The Zen Circus, I Botanici, Ninos du Brasil, Yamamoto Kotzuga, Inude, GodBlessComputers, Jolly Mare, Joyfull Family, i collettivi Lercio e Wu Ming Contingent, i documentari di Mondovisioni di Internazionale e cinque esperienze musicali salentine Boundless Ska Project, Le Scimmie sulla luna, Cristiana Verardo, Float a Flow e No Finger Nails. Tra i partner Easyjoint, azienda leader nel panorama della Cannabis Light legale in Italia.

Go-Dugong

Domenica 29 luglio (ore 21 – ingresso liberoiKum Beach di Roca, in provincia di Lecce, ospita l’anteprima del So What Festival che si terrà a Melpignano dal 1 al 12 agosto. In consolle, per questo party in riva all’adriatico, Go Dugong (Giulio Fonseca), producer piacentino (con base a Milano) che da anni è diventato una delle voci italiane della musica elettronica “contaminata”.  Per la sua quinta edizione, la manifestazione ideata e organizzata dall’Associazione culturale Altatensione, cambia formula, amplia la sua offerta e si allunga proponendo dieci serate di musica, cinema, arte, letteratura e impegno sociale. Tra gli ospiti delle varie tappe di Melpignano The Zen CircusI BotaniciNinos du BrasilYamamoto KotzugaInudeGodBlessComputersJolly MareJoyfull Family, i collettivi Lercio e Wu Ming Contingent, i documentari di Mondovisioni di Internazionale e cinque esperienze musicali salentine (Boundless Ska ProjectLe Scimmie sulla lunaCristiana VerardoFloat a Flow e No Finger Nails). Tra i partner del So What festival c’è anche Easyjoint, azienda leader nel panorama della Cannabis Light legale in Italia. Per festeggiare questa collaborazione è stata realizzata un’edizione limitata di Cannabis Light in barattolo. Easyjoint propone infatti le migliori selezioni di cannabis legale, nel rispetto delle norme di legge italiane. Coltivate interamente nel nostro Paese, secondo tecniche biologiche, garantisce l’assoluta sicurezza dei prodotti tramite innovativi sistemi di tracciabilità.


Dopo l’anteprima si parte ufficialmente 
dal 1 al 5 agosto (ore 21.30 – ingresso libero) con cinque serate dedicate a Mondovisioni, la rassegna di documentari su attualità, diritti umani e informazione, curata da CineAgenzia per Internazionale. Dopo la proiezione, ogni sera il Parco della Pace del comune grico – dove saranno allestiste anche installazioni e mostre a cura di Pravda Art Collective e Roberto Gentili e dove l’artista Chekos’Art realizzerà un’opera muraria di grande dimensioni – accoglierà il live di cinque esperienze musicali salentine. Il programma parte mercoledì 1 agosto con il documentario indiano “An insignificant man” di  Khushboo Ranka e Vinay Shukla e la musica dei Boundless Ska ProjectGiovedì 2 agosto“Boiling Point” della giornalista e regista finlandese Elina Hirvonen e la musica de Le Scimmie sulla lunaVenerdì 3 agosto sullo schermo “Jaha’s Promise”, firmato da Patrick Farrelly Kate O’Callaghan, e spazio alla cantautrice Cristiana VerardoSabato 4 agosto il documentario brasiliano “Entre Os Homes De Bem” di Caio Cavechini e Carlos Juliano Barros sarà seguito dalla musica dei Float a FlowDomenica 5 agosto ultimo appuntamento con “Stranger in paradise” di Guido Hendrikx e No Finger Nails.Da mercoledì 8 a domenica 12 agosto il Festival si sposterà poi, per le quattro serate finali

God BlessComputers

(prevendite attive nel circuito VivaTicket.it), negli spazi dell’Ex Convento degli Agostiniani.Mercoledì 8 agosto (ore 21.30 – ingresso 15 euro) tornano nel Salento The Zen Circus, storica rock band toscana formata da Andrea Appino, Karim Qqru, Massimiliano “Ufo” Schiavelli e Francesco Pellegrini in tour per presentare, tra gli altri, i brani del decimo album in studio Il fuoco in una stanza prodotto da La Tempesta Dischi e Woodworm. In apertura I Botanici, band indie/alternative/post-emo nata a Benevento nel 2015 e caratterizzata da influenze emocore, post-punk, post-rock. Giovedì 9 agosto (ore 22 – ingresso 7 euro) doppio appuntamento con Wu Ming Contingent con “La terapia del fulmine”, reading concerto su elettroshock e follia a 40 anni dalla

Wu Ming Contingent-

Legge Basaglia e il collettivo Lerciocon un’esilarante spettacolo su web e satira. Il So What Festival si concluderà con una due giorni dedicata all’elettronica e ai suoi derivati con Ninos du BrasilYakamoto Kotzuga Inude (11 agosto – 10 euro), GodblessComputersJolly Mare e Joyfull Family (12 agosto – 10 euro).


So What Festival è indipendente, crocevia di culture ed emozioni. Nel corso delle prime quattro edizioni ha accolto, tra gli altri, Baustelle, Alessandro Mannarino, Lo Stato Sociale, Post Csi, Uochi Toki, The Skatalites, 99 Posse, Panda Dub, Assalti Frontali, La Scapigliatura, Iseo & DodoSound, Dj Gruff, Almamegretta. So What Festival, un festival a zero barriere architettoniche che prosegue il suo impegno contro la costruzione del gasdotto Tap, è organizzato dall’Associazione culturale Altatensione con il patrocinio del Comune di Melpignano, con il sostegno di 
Easyjoint e di altri partner locali e nazionali. Media partner Rumore, Zero e Lecceprima. 

Lascia un commento