Armando Blasi artigiano orafo la creatività e la passione per l’oriente

 

Armando Blasi

Armando Blasi , in arte “Safir creazioni” artigiano orafo nasce in italia ma adora l’oriente e le sue tendenze sono ben visibili nelle linee di gioielli “Chakra” ispirata alle positive energie vitali che propone al suo pubblico. Fonte di ispirazione, la natura che trasferisce con magici giochi di intrecci di fili preziosi e gemme multicolori ai suoi gioielli. Vincitore del premio Resta 2007 conferito dalla camera di commercio Italiana lavora nel suo atelier nel centro storico di Taranto patria della grande Magna Grecia a cui si ispira nelle sue creazioni in oro e gemme nella sua collezione di gioielli “Satyria” inno alla maternità Tarantina nella figura mitologica di satyria madre di Taras fondatore della città. Presidente dell’Associazione  Culturale Artava di Taranto dal 2010 con sede nella storica via Duomo, porta avanti progetti atti alla valorizzazione del territorio e la cultura locale in tutto il mondo con progetti artistici di pregio.

 

Armando come nasce la tua passione per l’oro e i metalli preziosi?

Armando BlasiLa passione per l’oreficeria nasce sin da piccolo, sin dall’età di 8 anni durante le nostre vacanze a Bormio in Valtellina ho frequentato la taglieria di gemme e cristalli di Romani Edy, mi ha sempre affascinato la bellezza della natura nel creare gemme e le iridescenze nella molteplicita’ dei colori e degli scintillii. La mia decisione di frequentare il corso per orafi dell’istituto d’arte di Grottaglie ha solo perfezionato e sviluppato la mia creatività e l’amore per le gemme si e’ irrimediabilmente fusa con la plasticità dei metalli e così ho iniziato a creare….

Qual è il percorso formativo per un giovane che voglia intraprendere questa nobile professione?

La passione per le l’oreficeria, intesa tra le arti minori necessita di un’attenta conoscenza della storia dell’arte e delle peculiarità tecniche per cui considero che oltre alla creatività che è innata (non per tutti) si debba fare un percorso formativo sia tecnico che teorico e si debba osare nel creare senza limiti. i grandi artisti del passato, ma anche del presente hanno in se una sorta di follia che va assecondata per creare innovazione.

Il tuo lavoro nasce da ispirazioni multiculturali. So che la tua azienda è presente nel cuore commerciale di Bangkok. Sei soddisfatto della tua scelta professionale?

Ho sempre amato viaggiare e nelle terre che mi hanno ospitato ho trovato la fonte d’ ispirazione. Per il mio percorso ho scelto la cultura orientale e ho deciso ormai da qualche hanno di sposare l’ideologia di creare con il cuore prima e con la mano e l’ingegno dopo. Di qui la volonta’ di lavorare in Thailandia, terra a me preziosa per affetti e ispirazioni.

Armando Blasi

Armando Blasi è interessato all’arte, al bello e alla diffusione della Cultura.  Sei presidente dell’Associazione Culturale Artava e la tua presenza in terra jonica è molto significativa. La tenacia e la passione per la diffusione della cultura  viene ricompensata da cosa? Istituzioni? Riconoscimento popolare?

Come presidente dell’associazione culturale Artava ho ottenuto tanti successi ma ho dovuto affrontare anche tante guerre e spesso ho dovuto combattere con l’ignoranza e la presunzione di chi pensa di possedere lo scettro per decidere. Ebbene penso che solo con la cultura e l’espressività che essa può donare si possano ottenere grandi risultati di integrazione,conoscenza e sviluppo sociale e perché no anche economico per il territorio. Sposo appieno l’idea di rete e cerco di attuarla nei limiti del rispetto tra enti e associazioni.

A giugno sarai presente a Martina Franca con l’Associazione Castrum Martinae , nelle giornate dedicate al maestro Pablo Picasso. Cosa stai progettando per ricordare l’artista spagnolo?

Un onore è per me creare un gioiello ispirato all’arte del grande Artista Spagnolo Picasso, per l’occasione ho analizzato dei particolari artistici nell’espressione del Maestro e ho realizzato una spilla e una collana che secondo la mia idea di stile lo potrebbero rappresentare.

31 maggio 2018

Lascia un commento