TARANTO- Convegno celebrativo del 40esimo anniversario  dell’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale

 

di Cinzia Santoro

Il 18 maggio nell’incantevole cornice dell’Aula Magna dell’Università degli Studi Aldo Moro,  sede di Taranto,  si è tenuto un convegno celebrativo del 40esimo anniversario  dell’istituzione del SSN.  Il taglio comparativo con servizi sanitari del Centro e Nord Europa hanno consentito una riflessione sullo stato dell’arte del nostro paese in merito ai servizi sanitari offerti e sulla loro gratuita’ in relazione al momento sociale e politico di grande austerità.
Il nostro SSN pur essendo tra i migliori al mondo per qualità, gratuità e universalità non viene percepito come tale dai cittadini in ragione dei mutamenti da esso subiti nel corso di questi 40 anni.
Ragioni socio demografiche, politiche ed economiche hanno reso necessario un rimodellamento dello stesso.
Interessanti le relazioni dei professori d’oltralpe, e il confronto con i servizi erogati in paesi come la Finlandia, la Svezia, la Francia e l’ Inghilterra e delle percezioni della qualità nei servizi erogati alla popolazione.
Veritiere le relazioni dei nostri esperti sul futuro non roseo del nostro SSN dovuto ad invecchiamento della popolazione (maggiore cronicita’) e degli operatori sanitari (il 54% dei medici e infermieri italiani  del SSN ha più di 50 anni) che sono quotidianamente bistrattati da carichi di lavoro abnormi e bloccati dal mancatoricambio generazionale!!!!taranto servizio sanitario convegno
Dunque un appuntamento dal sapore internazionale da cui trarre spunto per riflettere.
Il carattere celebrativo è stato sottolinato dalla presenza del prefetto, Donato Cafagna, che ha consegnato al Commissario  Straordinario dell’ Asl,  Stefano Rossi, la Medaglia del Presidente della Repubblica alla Asl di Taranto per il grande spessore culturale della giornata.
L’organizzazione impeccabile dell’evento a cura di Vito Giovannetti Direttore Area Socio Sanitaria della Asl di Taranto, ha reso possibile il confronto vicace, reale e interessante con i relatori.
La platea circa 300 presenti tra personale sanitario, giornalisti e auditori ha potuto altresì comprendere e compararsi con i nomi illustri presenti, portando a casa una visione circostanziata della realtà nostrana ed europea della sanità.

22 maggio 2018

Lascia un commento