Bari – Sabato 21 Aprile parte il Bif&st. Laudadio: “Non è il Festival dei tappeti rossi…”.

bifest 2018

Il Bifest 2018 sarà dedicato al regista Vittorio Taviani. 12 i film in anteprima.

di Clelia Conte

foto di Caterina Santoro

 

bifest 2018
Felice Laudadio e Angelo Ceglie

Oggi, al Museo Civico, si è tenuta la conferenza stampa della 9-10 edizione del Bif&st-Bari International Film Festival. bifest 2018Felice Laudadio, direttore artistico ha comunicato alla stampa tutte le novità, l’organizzazione e il programma della grande manifestazione. Innanzitutto ha voluto precisare che il Bif&st 2018 sarà dedicato al grande Vittorio Taviani che nel 2011 fu insignito del “Federico Fellini Platinum Award” assieme al fratello Paolo. Il regista è recentemente scomparso (15 aprile), in seguito ad un tragico incidente, nel quale fu investito da un’auto e dal quale non si è più ripreso.

Laudadio, ha dichiarato inoltre con fierezza che il Bif&st è al quarto posto nella classifica dei festival dei cinema nazionali ed ha sostenuto che non si tratta di un “Festival dai tappeti rossi” bensì di un evento che ha al contrario un taglio culturale. In effetti Bari è una città che ha sempre sorpreso e che un tempo era una prova del nove per tutti gli artisti che passavano dai suoi teatri. In questo caso specifico, ha risposto in modo sorprendente, manifestando una gran voglia di cinema e di cultura.

“Il festival presenta film straordinari”, ha commentato il direttore del festival Felice Laudadio e mai come quest’anno saranno presentate delle anteprime al Teatro Petruzzelli, nel panorama internazionale, mentre al Multicinema Galleria sarà proiettato il cinema italiano. Gli incontri con autori e attori, si effettueranno al Circolo Barion e al Palazzo ex Poste si terranno gli appuntamenti per i laboratori formativi.

bifest 2018Dal 21 al 28 aprile quindi avremo 12 film in anteprima italiana o internazionale e un corposo programma di proiezioni. Tra gli ospiti Pierfrancesco Favino (21 aprile), Pippo Baudo il 22 aprile, Micaela Ramazzotti, le lezioni di Antonio Albanese (24 aprile), Bernardo Bertolucci per la prima di “Ultimo tango a Parigi” nell’edizione restaurata in 4K. Altra anteprima sarà dedicata al grande musicista “Armando Tovaioli. La Musica tra Teatro e Cinema” Cine-concerto che sarà introdotto da Pippo Baudo, grande amico e estimatore di Trovajoli.

Mentre per Ultimo tango a Parigi il percorso del film in oltre 100 sale italiane avrà inizio il 21 maggio, dopo la presentazione al Bifest 2018, nella serata conclusiva del 28 aprile, della versione restaurata (con le voci originali di Marlon Brando e Maria Schneider) e nella versione doppiata in italiano.

bifest 2018
Angelo Ceglie-direttore generale Bifest

Nel Colonnato del Palazzo ex Provincia si terrà la mostra su Nuovo cinema Paradiso, il film di Giuseppe Tornatore che ebbe proprio a Bari la sua anteprima mondiale 30 anni fa, nel 1988, prima del trionfo a Cannes nel 1989 e del Premio Oscar nel 1990.

Oltre ai numerosi ed attesissimi cineasti, saranno ospiti gli scienziati del CNR e dell’INGV invitati a commentare i documentari del noto regista tedesco Werner Herzog e che saranno presentati dalla presidente del Bif&st , la regista Margarethe von Trotta.

Angelo Ceglie, direttore generale del Bif&st, ha poi esposto la situazione ad oggi sulle vendite di abbonamenti e biglietti per il cinema.

bifest 2018 Moti forestieri appassionati di cinema hanno già prenotato alberghi e B&B per soggiornare nella città per i giorni di festival. Ha poi raccontato che c’era gente appostata davanti al botteghino del teatro Petruzzelli dalle quattro e trenta circa in attesa dell’apertura e che sono stati venduti in un giorno 300 abbonamenti e circa cinquemila biglietti.

Per avere un quadro del vastissimo programma ricco di appuntamenti, eventi ed ospiti, consigliamo di consultare il programma del festival sul sito http://www.bifest.it

 

le foto di Francesco Guida

 

          

 

19 aprile 2018

 

 

 

Lascia un commento