Patrizia Reggiani condannata per l’omicidio di Maurizio Gucci a Storie Italiane: rapporti con le figlie inesistenti

Romolo Ricapito

di Romolo Ricapito

Patrizia Reggiani, che fu condannata per l’omicidio del marito Maurizio Gucci a 17 anni, ha confessato ai microfoni del programma Rai Storie Italiane di non avere alcun rapporto con la madre Silvana Barbieri a causa di problemi economici.

Maurizio Gucci e la moglie Patrizia Reggiani mandante del suo assassinio
L’anziana donna, che ha più di 90 anni, ha dichiarato che la figlia non è in grado di gestire il suo immenso patrimonio.
La Reggiani ha affermato nel corso della stessa breve intervista che i suoi rapporti con le due figlie sono inesistenti: esse vivono attualmente in Svizzera.
Infine la donna è in attesa di ricevere, come ha stabilito la quarta sezione civile della Corte d’Appello di Milano un vitalizio (stabilito quando il marito era ancora in vita) di un milione di euro l’anno più 24 milioni di arretrati che le eredi (le due figlie) non vogliono versarle.
Durante il programma si è detto che la signora Reggiani e la madre, Silvana Barbieri, sono proprietarie a Milano di tantissimi appartamenti, alcuni anche affittati ad extracomunitari.
Patrizia Reggiani

Al di là dei tantissimi soldi che Patrizia Reggiani possiede, o intascherà in futuro, la sua vicenda è significativa per un elementare dato di fatto: affettivamente ormai è sola.

Forse col suo rimorso.
Dunque i denari anche se offrono un accomodante sostentamento, negano anche in questo caso la felicità.
11 aprile 2018

Lascia un commento