Giovanissimi  youtuber di successo “equipollenti” della ragazzina che 33 anni fa scrisse Sposerò Simon Le Bon?

 

di Romolo Ricapito

Nella prima puntata del nuovo ciclo del Maurizio Costanzo Show, veniva ospitata una youtuber di 15 anni che ha da poco pubblicato un libro che ha successo tra i minorenni.

Costanzo si compiaceva del fatto che la ragazza, studentessa del liceo classico, avesse raggiunto 500 mila  followers (seguaci) sulla piattaforma video di You Tube  e sostenendo che tale cifra vale tre volte il quotidiano più venduto in Italia.
Dissento con il giornalista e sull’esaltazione dei fenomeni da web.
Il quotidiano va comprato, mentre per quanto riguarda gli  youtuber (gli autori di video-fai-da- te su speciali canali creati da loro stessi) basta spingere con un pulsante dal computer, “segui”.
Un’azione meccanica, istantanea, spesso guidata da una simpatia del momento, o dall’imitazione di ciò che fanno altri.
I fenomeni di questi ragazzini che assurgono alla fama (ma quale?) dura da un po’ di anni.
Ricordo che appena un paio di anni fa, un giovane studente barese delle scuole superiori balzò al terzo posto della classifica italiana con un libro che costituiva  una sorta di diario di se stesso e che era un  semplice proseguimento del suo successo su Youtube.
Questo ragazzo adesso fa il cantante, o ci prova : a gennaio è stato lanciato sulle piattaforme digitali  il suo primo singolo.
Canzone che non ha ottenuto alcun successo e che a fronte di molti “mi piace” ha ottenuto una cifra altrettanto notevole di “non mi piace”, ovvero di sgradimento.
Insomma, sembra decaduto come idolo del web, evidentemente perché ormai abbastanza cresciuto.
Tornando a noi, questi fenomeni improvvisi e improvvisati c’erano anche quando non esisteva internet.
Chi si ricorda più dell’instant book di una giovane fan dei  Duran Duran dal titolo Sposerò Simon Le Bon che fu un successo di vendite sì, ma per vedere poi  quasi  immediatamente quella ragazzina relegata all’oblio e allo status di meteora?
24 marzo 2018

Lascia un commento