La polemica a distanza tra la figlia di D’Alessio e la Tatangelo: dentro le famiglie allargate c’è il gelo?

 

Romolo Ricapito

di Romolo Ricapito 

La polemica, a distanza, tra la figlia di Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo, ex compagna del padre.

La ragazza non ha digerito un’intervista dell’ex “matrigna” a un settimanale nella quale la Tatangelo lamentava tra l’altro di avere cucinato per 20-30 persone che il cantante amava invitare a casa sua.

Ilaria D’Alessio da un’immagine facebook
Ilaria D’Alessio ribatte che quei banchetti erano “cena di lavoro” e rimprovera ad Anna Tatangelo di non avere mai saputo creare un rapporto coi figli del primo matrimonio di Gigi.
Il post su Instagram è stato poi cancellato, ma molte testate  lo hanno riportato integralmente.
Che dire? Da un lato c’è un’artista bella, giovane, di talento, da anni sulle scene.
Dall’altro la fine di un rapporto, con la conseguente rivendicazione della propria indipendenza e qualche lamentela sulla pregressa relazione.
Infine  una figlia, che non è un personaggio pubblico e  si  sente costretta a rispondere sui social riguardo  quelle che ritiene delle dichiarazioni opinabili, da controbattere.

Al di là del caso  specifico, la vicenda ci dà la misura di come le famiglie allargate, diffuse nel mondo dello spettacolo, non siano un’oasi felice e che, quando qualcosa scoppia, o si rompe, vengono alla ribalta i difetti, o i disagi, di ex compagne, figli di primo letto,  di secondo etc..

Anna Tatangelo in un selfie casalingo
Una complicazione in più data dal successo che con una mano ti premia e con l’altra ti toglie.
Nonostante ciò, trattasi di  schermaglie seppur dolorose, afferenti a un tipo di classe sociale privilegiata, mentre altre categorie di famiglie allargate, nel  silenzio, consumano i propri drammi in un anonimato che testimonia come le complicanze di tali situazioni possano erodere ancora di più quelle persone comuni prive dei privilegi dello show biz.
17 marzo 2018

Lascia un commento