E’ uscito il film “Maria Maddalena”, vista come ribelle e femminista. La pellicola dai contenuti evoluti è prodotta da Harvey Weinstein

di Romolo Ricapito

Il nuovo film Maria Maddalena, diretto da Garth Davis,

Garth Davis

ripropone la storia dello straordinario personaggio che è considerato in questo particolare nuovo contesto  “ribelle e femminista”.

La pellicola è  stata prodotta da Harvey  Weinsten, il noto produttore coinvolto in tanti scandali sessuali e del quale si è favoleggiato l’arresto proprio in questi giorni.
Per un segno del destino, dunque, un film dal contenuto “evoluto” e che ripropone Maria Maddalena come l”unico apostolo donna“, è stato realizzato grazie al denaro e alla volontà del “perfido” Weinstein.
E’ risaputo che nel cinema di produzione americana più dei registi contano i produttori, ovvero sono essi che decidono cosa inserire, togliere ed enfatizzare delle sceneggiature e delle scene, al fine di ottenere il maggiore consenso di pubblico.
In questo film “rivoluzionario” Maddalena prende parte anche all’Ultima Cena.
Scena che secondo il regista Davis è credibile, in quanto la Maddalena  seguì tutte le tappe fondamentali della vita di Gesù, fino alla morte e alla Resurrezione.
HarveyWeinstein

Ad ogni modo il film in questione che è stato girato nelle location esterne in Italia, tra Puglia, Basilicata e Sicilia, a causa degli scandali  sessuali di Weinstein ha ritardato la sua uscita (da novembre a Pasqua)  rimanendo escluso dalla stagione dei premi.

E così se dovesse piacere al pubblico, non potrà certamente riabilitare Harvey Weinstein agli occhi dell’opinione pubblica, ma passerebbe il messaggio che i mecenati di contenuti suggestivi e che esaltano l’emancipazione femminile possono essere dei controversi  borderline nella vita privata.
17 marzo 2018

Lascia un commento