Ascolti record per la quarta serata di Sanremo Festival: attesa per i duetti con altri artisti. La classifica Giuria di Qualità

Clelia Conte

di Clelia Conte

Grande, spiritosa e intelligente trovata quella dell’apertura quarta serata del Festival. Hunziker,Baglioni, Favino si sono esibiti in una strepitosa versione Rok della canzone cantata della bella Elisabetta Viviani, “HEIDI” di un noto cartone animato degli anni 70-80. Un omaggio alla svizzera presentatrice, Michelle.

ULTIMO

La quarta serata, da ascolti record (10 milioni 108 mila telespettatori con il 51.1% di share), dedicata ai duetti, ha visto Ultimo come vincitore dei giovani. Il risultato ha superato quello dello scorso anno, di 222mila spettatori e di 3,6 punti percentuali.

Mirkoeilcane

Ultimo ha vinto fra i giovani. A seguire Mirkoeilcane e Mudimbi.

Il Premio Mia Martini della Sala Stampa è andato a Mirkoeilcane e ad Alice Caioli.  Bene per Mirko ma meritevoli anche Giulia Casieri e Lorenzo Baglioni che ha espresso le sue provocazioni in modo penetrante.

Fra i Big, MetaMoro sempre primi, anche se a mio parere, la canzone non è proprio bella (musicalmente parlando), ma colpisce per il rimbombante ritornello “me ne sono accorto subito”. I Secondi, stabili nelle proiezioni sono stati Lo Stato Sociale e Max Gazzè.

 

Alice e Ron

I duetti però hanno ribaltato la classifica delle serate precedenti.

Caccamo-Arisa

Successo per Ron con Alice nella canzone di Dalla che merita di vincere. Alice, bella più che mai coi suoi 63 anni raffinata, era perfettamente in sintonia con Rosalino. Mi ha sorpreso in positivo anche anche Giovanni Caccamo con Arisa. Ripeto con enfasi che a mio parere è stato ingiustamente, giudicato scarsamente, Renzo Rubino in coppia con la splendida e brava Serena Rossi. Sono certa che il suo brano rifiorirà.

Renzo Rubino e Serena Rossi

Bene Annalisa e Michele Bravi (X Factor) ma Stato Sociale con Paolo Rossi e Piccolo Coro dell’Antoniano è stata un trovata azzeccata!.

Stato Sociale, Rossi e Coro dell’Antoniano

 

 

 

 

 

Classifica giuria di qualità che vale il 20 per cento:

zona blu (la più alta): Gazzè, Barbarossa, Caccamo, Meta e Moro, Ron, Vanoni, Diodato e Paci;

zona gialla: Avitabile, Kolors, Vibrazioni, Annalisa, Canzian, Stato Sociale;

zona rossa: Decibel, Facchinetti-Fogli, Noemi, Rubino, Biondi, Elio, Zilli

10 febbraio 2018

Lascia un commento