Il Consigliere Comunale Antonio Vigiano sulla sospende lo sciopero della fame alla luce delle dichiarazioni del Sindaco Landella

Antonio Vigiano

Il Consigliere Vigiano ha iniziato lo sciopero della fame in seguito alla mancata realizzazione del PEBA (piano di eliminazione delle barriere architettoniche) da parte del Comune di Foggia.  A tal proposito ha dichiarato:

            “Ancora una volta spiace constatare il completo silenzio da parte dell’amministrazione comunale di fronte ad un atto di civiltà, che merita il mio sacrificio“.

Oggi scrive:

“Da questa mattina ho sospeso lo sciopero della fame e di tanto ringrazio il Sindaco Landella, che con orgoglio riscopro il mio Sindaco, in quanto ha saputo cogliere la vera essenza del mio gesto, dandomi certezze circa la realizzazione in tempi brevi del PEBA (piano di eliminazione delle barriere architettoniche) e invitandomi a tal fine a collaborare con l’amministrazione comunale, invito che colgo, anzi ribadisco, con fierezza e con il massimo spirito di sacrificio.

Ringrazio anche chi ha inteso svilire il mio gesto a “demagogia” e a semplice “ribalta mediatica”, inconsapevole della mia storia personale e dei miei traguardi in ambito sociale, che non sono certo i tagli di nastro o la semplice partecipazione ad eventi sulla disabilità.

Ringrazio poi i pochi attestati di stima ricevuti e i tanti, troppi, silenzi, soprattutto da parte di coloro che ogni giorno vivono la disabilità, parlano di disabilità, criticano in nome della disabilità.     

Ringrazio ancora chi ogni giorno proferisce invettive contro la politica, denunciando, anche a giusta ragione, gli sprechi e i pochi benefici che porta a vantaggio della comunità, e poi rimane inerme o gira la testa dall’altra parte di fronte ad un gesto di altruismo e di amore verso il prossimo, principi questi che dovrebbero essere la vera essenza della politica.

Ringrazio, infine, Massimiliano Contini, un ragazzo semplice con tanta voglia di vivere appieno la sua vita, a cui dedico il mio sacrificio, anche se durato per soli due giorni, e che spero un giorno diventi espressione della politica cittadina, in quanto sa emozionare e sa scuotere le coscienze, come ha scosso la mia”.

                                                                                                                  Il Consigliere Comunale

                                                                                                                         Antonio Vigiano

  sabato 3 febbraio 2018

Lascia un commento