La gaffe di Bianca Berlinguer: al Festival di Sanremo 2018 partecipa Nilla Pizzi. Cosa c’è dietro

 di Romolo Ricapito

La  gaffe di Bianca Berlinguer che, leggendo su Rai Tre una piccola lista dei prossimi big di Sanremo includente  Nilla Pizzi, la brava cantante scomparsa nel 2011 e trionfatrice della primissima edizione della kermesse, ma anche di altre, con primi posti o successi epocali come “L’Edera”, mi è parsa uno specchio della realtà.

Nilla pizzi

La grande Nilla se vivesse compirebbe nel 2018 ben 99 anni.

Ma non ha mai partecipato, come fa quest’anno Ornella Vanoni, 83 anni compiuti,  al Festival come “concorrente” a un’età così avanzata come l’interprete di ” Senza Fine“. La Pizzi infatti ha gareggiato l’ultima volta a Sanremo nel 1994 col gruppo Squadra Italia e doveva ancora compiere 75 anni!
Certo, la Vanoni  è davvero intramontabile.
Ma qualcosa sfugge, se pensiamo all’età di alcuni ex Pooh, in gara anche loro : Riccardo Fogli ha 71 anni , Roby Facchinetti 73.
Riguardando la lista poi, esistono big più “giovani” come Ron, 64, ma che hanno già vinto il Festival come anche Barbarossa, quasi 56, oppure Enrico Ruggeri, 60.
Mi fermo qui, ma se nelle scorse edizioni si è esagerato nell’imporre, oppure proporre, giovani virgulti orfani di conoscenze e figli dei talent, in questo 2018 domina la restaurazione.
Non è positivo se si pensa che andrebbe proposto il nuovo, oppure qualcosa che abbia a che fare con l’attualità .
In pratica, il classico può andare bene, ma senza che diventi totalizzante.
Altrimenti (e mi si perdoni il paragone) pure portando rispetto a questi grandissimi artisti, l’anno prossimo si potrebbe proporre un Festival inondato di crisantemi, con le voci dei cantanti morti ormai da tempo (che so, Gino Latilla, Tullio Pane e il “giovane” Luigi Tenco) e che vi parteciparono anni e anni fa, evocati da una seduta spiritica.
2 febbraio 2018

Lascia un commento