MONOPOLI- Risorge la Casina del Serpente

Con il Pue Lagravinese risorgerà la Casina del Serpente

Il Piano è stato adottato dalla Giunta Comunale. Previste opere di urbanizzazione

Nella seduta del 18 gennaio 2018 la Giunta Comunale, su proposta dell’Assessore alla Pianificazione Integrata del Territorio e Demanio Stefano Lacatena, ha adottato il Pue “Lagravinese” ricadente nei “Contesti per servizi di nuovo impianto” (Art. 27/P del PUG-P) e “Contesti consolidati e da consolidare, manutenere e qualificare” (Art. 22/S del PUG-S). Il piano interessa due aree: una compresa tra Via Nicola Lagravinese e Via Aldo Moro e l’altra in Via Giuseppe Verdi in prossimità della Lama Belvedere.

Il Pue individua come opera pubblica da cedere al Comune di Monopoli la riqualificazione della Casina del Serpente. L’immobile è stato acquisito al patrimonio comunale in seguito alla transazione con le signore Alba Maria Angela e Alba Grazia, comproprietarie per i 5/7 (il resto era di proprietà del Comune di Monopoli) degli immobili censiti in Catasto al fg. 11 p.lle 779, 780 e 5866, chiudendo un lungo contenzioso tra le parti.

Con il trasferimento della proprietà della Casina del Serpente e delle aree adiacenti al Comune di Monopoli si è potuto programmare il recupero dello spazio verde mentre la controparte provvederà a realizzare la viabilità della zona, la sistemazione idraulica e il collettamento delle acque. In particolare, per quanto riguarda la viabilità, è previsto lo sfondamento e il ricongiungimento con via Accademia Filosofica Ebraica di via Nino Bixio e lo sfondamento di via Conte di Cavour (pedonale) che consentirà l’ingresso nell’area a verde della Casina del Serpente.

L’intervento urbanistico prevede l’esecuzione di opere di urbanizzazione primaria (rete di adduzione idrica, rete di fogna nera, rete di fogna bianca, rete di distribuzione dell’energia elettrica, rete telefonica, rete di pubblica illuminazione, strade pubbliche e relativi parcheggi, marciapiedi pubblici) e opere di urbanizzazione secondaria. In particolare, è prevista la creazione di nuove aree verdi di quartiere pubbliche per un totale di circa 2.272 mq attrezzate con un parco giochi per bambini e con un a piccola arena all’aperto.  Seppur protetta rispetto alle tre strade che circonderanno il lotto, l’area sarà facilmente accessibile anche ai fruitori esterni.

L’intero intervento è concepito affinché ogni sua parte rispetti quanto previsto dalla normativa vigente in materia di superamento delle barriere architettoniche. I percorsi presenteranno un andamento regolare e privi di ostacoli, consentendo l’accesso a tutte le aree e l’utilizzo diretto delle attrezzature e dei parcheggi (con posti auto per persone con ridotta capacità motoria). L’area a verde sarà completata con l’installazione di giochi per bambini con ridotta capacità motoria.

Con la ristrutturazione dell’edificio “Casina del Serpente” si provvederà all’installazione di idoneo impianto ascensore e si soddisferanno i criteri di visitabilità e di accessibilità ai servizi igienici.

«L’adozione di questo Pue consente finalmente di fissare un ulteriore tassello nella riqualificazione futura dell’area della Casina del Serpente. Due anni fa il Consiglio Comunale quasi all’unanimità ha messo fine al contenzioso con la famiglia Alba che ha prodotto il risultato dell’acquisizione al patrimonio comunale dell’immobile storico e dell’area prospiciente con il riconoscimento, a compenso per tale transazione, di un lotto edificabile in un contesto consolidato del piano. La transazione garantisce che su una parte dell’area, quella della pertinenza della Casina del Serpente, sottoposta a vincolo, non fosse realizzata alcuna opere di trasformazione di tipo residenziale, ma solo di ristrutturazione ai fini pubblici dell’immobile esistente e della relativa sistemazione a verde della pertinenza», afferma Lacatena.

20 gennaio 2018

Lascia un commento