3ᵃ Edizione di INSIEME PER DONARE Conclusa la manifestazione al Polivalente di Bari I ragazzi dicono sì al volontariato

Sono stati oltre 400 gli studenti delle scuole del Centro Studi Polivalente di Bari che questa mattina hanno partecipato alla manifestazione “Insieme per Donare”. L’evento, organizzato dal Centro di servizio al volontariato San Nicola con le associazioni di volontariato, ha offerto ai ragazzi l’occasione di toccare con mano il volontariato, di conoscere da vicino chi vive ogni giorno l’esperienza del dono di sé.

L’incontro si è aperto con la plenaria di presentazione della manifestazione. Davanti ad una platea numerosissima, il presidente del Csv San Nicola, Rosa Franco, ha spiegato il senso della giornata, quel voler essere “insieme” delle associazioni al di là di qualsiasi sigla per parlare di volontariato, del valore del dono di sé che solo può creare relazioni e società coese. Un testimonial d’eccezione, l’attore barese Nicola Pignataro, ha entusiasmato i giovani con il suo intervento in cui, con il sorriso e l’ironia, ha raccontato la sua esperienza personale di scoperta di volontariato in seguito ad un incidente stradale. Ai giovani ha spiegato che non bisogna credere di essere autosufficienti: abbiamo sempre bisogno dell’altro.

 

A seguire, i ragazzi hanno invaso i numerosi laboratori interattivi animati dalle associazioni in cui attraverso giochi, simulazioni, video, esercizi hanno conosciuto le buone pratiche delle associazioni impegnate nell’ambito della donazione di sangue, organi, midollo osseo; della cultura, della sanità; della povertà; della clownterapia;  della povertà; della clown terapia. Cosa lasceranno i 30 minuti trascorsi in ciascun laboratorio? “Cambierà il mio modo di guardare le persone che hanno bisogno di aiuto” e “Cambierà il mio modo di vedere il lavoro dei volontari, dopo avere visto da dentro la passione che ci mettono” raccontano due ragazzi.

Rosa Franco, presidente del Csv San Nicola conclude la giornata affermando: “Non basta dire ai ragazzi che è importante o bello donare, ma bisogna appassionarli, fare vivere un’esperienza coinvolgente e significativa di relazione con l’altro. È ciò che è avvenuto in questa giornata. Queste buone pratiche vogliamo continuare a fare toccare con mano ai giovani nel percorso di collaborazione avviato da anni con molti istituti scolastici di ogni ordine e grado, con l’Ufficio scolastico regionale e con l’Università”.

Pubblicato il 30 Set 2017 alle 20 : 16

Lascia un commento