MIBACT aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio sul tema “Cultura e Natura”

Anche quest’anno il MIBACT aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio, promosse dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, sul tema “Cultura e Natura”.

   L’Archivio di Stato di Bari e le Sezioni di Archivio di Stato di Barletta e di Trani osserveranno le seguenti aperture straordinarie:

Archivio di Stato di Bari, sabato 23 e domenica 24 settembre, dalle ore 09:00 alle 13:00.

   Nel corso della manifestazione sarà esposta ed illustrata una selezione di fonti storico-documentarie sull’interazione uomo – ambiente in Terra di Bari, con particolare attenzione per il litorale barese. Sarà possibile inoltre visitare la mostra fotografica e di manufatti Rifiuti dAmare: la Posidonia raccontaa cura della fotografa ed ecodesigner Antonella Berlen, sulla Posidonia Oceanica, pianta marina che per la spiccata sensibilità all’inquinamento e per la debole resistenza alle alterazioni ambientali è usata dai biologi marini come indicatore biologico per valutare l’equilibrio dell’ecosistema marino e delle coste. La mostra, che resterà aperta fino al 20 ottobre 2017, si compone di opere che sono il frutto di uno studio sulla prateria di Posidonia, presente al largo della Costa sud di Mola di Bari, e della lavorazione di reperti portati dal mare, ricchi di colore e di storie di umanità. Si effettueranno anche visite guidate alla sede monumentale dell’Istituto ed all’annesso Laboratorio di legatoria e restauro. Ai visitatori sarà fornita una panoramica sul patrimonio documentario conservato presso l’Archivio di Stato di Bari, con illustrazione della missione istituzionale del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo ed in particolare degli Istituti archivistici.

Sezione di Archivio di Stato di Barletta, sabato 23 settembre dalle ore 09:00 alle 13:00,  presso il Palazzo Della Marra, in via Cialdini, 74, Barletta, sarà aperta al pubblico la mostra documentaria 1937-2017 80° Anniversario dell’acquisto della Collina di Canne della Battaglia da parte del Comune di Barletta, con visite guidate che illustreranno attraverso i documenti dell’archivio storico del Comune di Barletta, le vicende del lungo percorso intrapreso dall’ente per giungere nel 1937 all’acquisizione da privati del sito archeologico detto Collina di Canne, teatro dello scontro, il 2 agosto 216 a.C., tra Romani e Cartaginesi. La mostra resterà aperta fino al 1° ottobre 2017.

Sezione di Archivio di Stato di Trani, sabato 23 settembre, dalle ore 09.00 alle 13.00. Saranno effettuate visite guidate al settecentesco Palazzo Valenzano, sede dell’Istituto. Alle ore 10.00 sarà tenuta una Conferenza dal titolo Turismo e Cultura, relatori il dott. Vincenzo Cappetta, conservatore dell’Archivio Notarile Distrettuale di Trani (Patrimonio culturale e sviluppo turistico del territorio), la dott.ssa Daniela Di Pinto, archivista ricercatrice presso la Biblioteca Apostolica Vaticana di Roma (Turismo religioso e beni culturali: cultura, arte e fede), la dott.ssa Mara Gisotti De Toma, presidente del club per l’UNESCO di Trani (Turismo sostenibile per lo sviluppo).

   L’iniziativa mira a sottolineare gli aspetti principali dell’interazione uomo – ambiente, valorizzando la storia dei luoghi e del paesaggio attraverso un turismo culturale finalizzato alla migliore conoscenza del territorio. L’ingresso è gratuito. 

Pubblicato il: 20 Set, 2017 h.19:13

Lascia un commento