E’ l’estate delle “Pecore Nere”. Si affaccia nella classifica airplay – emergenti l’alessandrina Elisabetta Gagliardi

 

di Romolo Ricapito

E’ entrato nella classifica dei brani più trasmessi in radio nella sezione “emergenti” il brano “Pecore nere” di Elisabetta Gagliardi, aiutato da un video “esplicativo” che mostra la bionda cantante, anzi cantautrice (suoi testo e musica) seduta sul   divano  di casa, sola, ma poi la scena si anima perché l’ambiente si riempie di giovani ospiti in una sorta di festa casalinga.

In seguito la Gagliardi ritorna ad essere solitaria  e poi ancora contornata dagli sconosciuti, tra i quali primeggia un ragazzo impegnato a usare il pc e una irriverente giovane donna che sparge bolle di sapone.
Il brano di pop elettronico si avvicina nello stile a Vulcano di Francesca Michielin, che però è uscito dopo.
Di Elisabetta Gagliardi non si sa molto. A parte la sicura non-parentela col celebre Peppino Gagliardi,  è sicuro invece  che proviene da  Alessandria e che è in possesso del diploma di pianoforte conseguito presso il Conservatorio della sua città.
“Se tu fossi qui adesso io non sarei chiusa in questa stanza”: è una parte del testo di Pecore Nere, che a differenza del ritmo accattivante propone un contenuto “drammatico”.
Le “Pecore Nere” assediano la testa della protagonista a notte fonda, forse una metafora di paura e solitudine.
Infine la canzone “osa” anche un pizzico di erotismo: “le tue mani nude su di me”.
 “Nuova proposta”  riuscita, dunque,  prodotta dai dj Francesco “Pisti ” Pistoi e Andrea Bertolini.

Lascia un commento