Il popolo estivo della cultura. 

mirabella

di Romolo Ricapito

Le serate estive in onore della cultura.

visita consorti G7 a Conversano

Il primo degli incontri presso la Terrazza di Santa Teresa dei Maschi  nella Città vecchia a bari ha richiamato un popolo, quello degli acculturati, che attrattoin parte dall’argomento, in parte dall’idea di trascorrere una serata al fresco, ha affollato detta terrazza dai nobili intenti,

Mi sono accorto che le facce, quelle osservate, sono costanti.
Cioè trattasi delle stesse persone che girano per gli stessi eventi, tanto da formare inconsapevolmente una famiglia allargata di interessati al sapere.
Questi gruppetti mi hanno ricordato un recente film con Diane Keaton ambientato a New York nel quale la Keaton, in compagnia del marito di colore, gira per appartamenti in vendita trovati sugli annunci dei giornali, incontrando sempre le stesse facce.
Al di là dell’interesse per l’acquisto, la maggior parte di essi girava a mo’ di hobby, per annacquare la propria solitudine o per passare il tempo.
Ritornando all’argomento da me affrontato, ho notato che dopo i primi venti minuti, alla chetichella, alcuni intervenuti, perlopiù anziani, annoiati dall’argomento e dal ritmo neghittoso dei conferenzieri, abbandonavano alla chetichella l’incontro, che aveva il sapore di un mordi e fuggi.
Va detto però che c’era chi rimaneva fino alla fine.
 Occorre, per intrattenere un popolo annoiato dal caldo o da altro, appunto sapere catturare l’attenzione e non soltanto illustrare un argomento, interessante quanto sia, ma che esposto in maniera allungata e troppo “elevata” (secondo chi lo fa) genera in parte noia e disinteresse.

Lascia un commento