Esce la biografia su Camilla, “The Duchess-The Untold Story” di Penny Junor: rivalutata la Parker Bowles, Diana affondata

di Romolo Ricapito

E’ l’ora della rivalutazione di Camilla Parker-Bowles, la consorte dell’erede al trono inglese Carlo, duchessa di Cornovaglia.

Un libro ne esplora il carattere. E’ “The Duchess-The Untold Story” di Penny Junor.
Tutto questo mentre vengono ripubblicati vecchie biografie  su Diana, con conversazioni inedite tra la Principessa e l’autore Andrew Morton.
Prima della rivalutazione di Camilla però è in atto una “revisione” del personaggio Diana.
La Diana che fa rivelazioni in televisione sul suo matrimonio troppo “affollato”, sulla sua ammessa relazione con James Hewitt etc appare una donna incerta e “vendicativa” che vuole rivalersi sulla monarchia.
E perciò non poteva “durare” come mito.
Poi la morte tragica causata anche dall’invadenza dei paparazzi ha creato l’icona mondiale.
Adesso però mentre Kate Middleton e la stessa Camilla sono apprezzate come donne “discrete” che non rilasciano dichiarazioni inappropriate e stanno “al posto loro”, Diana viene vista come una sorta di esibizionista pronta a saltare sullo yacht del miliardario di turno, dopo essere passata in vari “letti”.
Per la sua solitudine dopo il divorzio da Carlo, ovvio, ma alimentando un mare di pettegolezzi.
Nella biografia di Camilla, emerge il fatto che Diana la minacciò di morte, dicendo che le avrebbe mandato dei sicari per ucciderla in giardino, questo con più telefonate.
La figura di Diana dunque si staglia come una donna umorale, certamente nei fatti innocua, ma molesta e maleducata.
Vero o no, comunque, è certo che Lady Diana non c’è più e che Camilla ha trasformato nel tempo l’odio dei sudditi prima in indifferenza, poi in un certo apprezzamento.
Adesso va in scena  la celebrazione, pubblica, di una donna paziente e svantaggiata dall’età, rispetto alla “rivale” ma, sotto certi punti di vista, più “matura”, concreta, meno vittima di istinti “primordiali” nell’affettività ma soprattutto nell’aggressività. Insomma una classica, romantica donna inglese.
E che comunque in futuro sarà Regina.

Lascia un commento