30 Giugno 2017 al Blues Cafè Nicole Cascione presenta: Amira, STORIA DI UNA MEZZOSANGUE

Nicole Cascione

IL 30GIUGNO 2017 IL BLUES CAFE’ IN VIALE SALANDRA 6 A BARI PRESENTA: AMIRA, STORIA DI UNA MEZZOSANGUE.

di Fabia Tonazzi

INTERVISTIAMO PER VOI LA SCRITTRICE NICOLE CASCIONE.

Tu in tre pregi e in tre difetti:

Tra i miei pregi c’è senza dubbio la perseveranza; ritengo di essere anche una persona solare e altruista. I difetti sono molto più numerosi in effetti, ma mi limiterò ad elencarne solo tre: testarda, ipocondriaca e gelosa.

Il tuo stile di vita e il tuo motto:

Ho uno stile di vita pessimo. Sono troppo ansiosa per i miei gusti. Non ho vizi: non fumo, non bevo caffè né alcol né bevande gassate. Non pratico alcuno sport. In compenso mi piace mangiare…tanto. Il mio motto? “Per ogni porta che si chiude si apre un portone”

A chi ti ispiri quando scrivi?

I libri che preferisco leggere appartengono al genere classico. Adoro i classici della letteratura russa, inglese e francese. Quando ho iniziato a scrivere “Amira – Storia di una mezzosangue” ( Les Flaneurs Edizioni), ho cercato di ispirarmi proprio agli autori classici. Ovviamente la mia scrittura è lontana anni da luce dalla loro maestria, ma quello che ho cercato di fare è stato riportare, per quanto possibile, i tratti caratteristici della nostra epoca: pregi e difetti dell’era contemporanea.

 

Di cosa ti occupi nella vita? E quando hai capito che era quello ciò di cui ti volevi occupare?

Nella vita sono una giornalista. Sin da bambina ho amato leggere e scrivere; inventare storie e leggere libri mi aiutava a sentirmi meno sola. Sono figlia unica e abito in estrema periferia. Quindi, quando ero molto piccola mi ritrovavo spesso sola, soprattutto nei mesi estivi e, non avendo qualcuno con cui trascorrere le lunghe giornate, mi rifugiavo nei libri. Ne prendevo uno e me ne andavo su un albero di fico a leggere. Potrebbe sembrare irreale, ma credetemi, ho trascorso molti pomeriggi estivi così. E in quei giorni, proprio come Amira, ho avuto la possibilità di conoscere luoghi lontani, personaggi a volte bizzarri e soprattutto ho avuto la possibilità di viaggiare. Con la mente. Ancora oggi per me la lettura rappresenta questo: il mezzo migliore per vivere mille vite diverse dalla mia. Quindi, per tornare alla tua domanda, direi che la passione per la scrittura è nata con me.Nicole Cascione

 

A chi si rivolge questo libro e a che tipo di pubblico è consigliato?

 Il mio libro è dedicato a tutti coloro che, almeno una volta nella vita, sono stati vittime di atti discriminatori. Quindi a chiunque, perchè credo che ciascuno di noi si sia visto puntare il dito contro, perché controcorrente, che sia stato per una questione religiosa o anche solo per il proprio modo di vestire. Quindi lo consiglierei a tutti, affinchè possano ricordarsi cosa voglia dire essere discriminati.  

 

Dove è possibile contattarti?

Mi trovate su Facebook (https://www.facebook.com/nicoleshootingstar.cascione), su Instagram, su Twitter  e su Linkedin (https://www.linkedin.com/in/nicole-cascione-417a3958/). Praticamente dovunque. Sono molto social, forse troppo.

 

Cosa consiglieresti a coloro che desiderano intraprendere la strada della scrittura?

 In realtà si tratta del mio primo libro e quindi non credo di poter dare consigli. Però posso dire che se nutrite la passione per la scrittura, non dovete fare altro che assecondarla. Nel bene o nel male, vi porterà da qualche parte, magari a conoscere meglio voi stessi o gli altri. Perchè credo fermamente che la scrittura sia un potente mezzo di comunicazione e di conoscenza.

 

Ringraziamenti:

Ringrazio la casa editrice Les Flaneurs Edizioni per aver creduto in me.

Ringrazio Ennio Cusano, attento e sensibile fotografo, che ha prestato la sua arte per realizzare la copertina di questo libro. Un grande ringraziamento va anche all’amica e collega Chiara Curci, i cui occhi hanno dato vita ad Amira. E ringrazio di cuore tutti coloro che, almeno una volta nella vita, sono stati vittime di atti discriminatori, a causa della propria fede, del colore della propria pelle, del proprio orientamento sessuale, perchè è proprio grazie a loro che ho trovato ispirazione per dare vita ad Amira.

 

 

 

BIOGRAFIA

Nicole Cascione, classe 1987, nata e cresciuta a Bari, ha conseguito la laurea in Lettere, curriculum “Editoria e Giornalismo” all’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari. E’ iscritta all’albo dei giornalisti pubblicisti da gennaio 2013 e, attualmente, lavora per l’emittente televisiva Trm Network, è direttore responsabile di Voglio Vivere Così Magazine ed è redattrice di Radici Future Magazine. La sua passione più grande è la lettura di classici, attraverso cui ha imparato a conoscere se stessa e gli altri.

 

Lascia un commento