Una transessuale barese aprirà con altre donne il corteo di San Nicola.

trans corteo san nicola

di Romolo Ricapito

Una transessuale barese “guida” quest’anno il corteo dedicato a San Nicola.
Sembrerebbe una  trovata provocatoria, atta a incentrare l’interesse per la  manifestazione storica al di là e al di fuori della Puglia.
A curare la direzione artistica di tale corteo è Elisa Barucchieri, danzatrice e coreografa, sorella della più conosciuta Elena Sofia Ricci.
La transessuale in questione ha avuto anche il consenso dell’assessore alla Cultura, Silvio Maselli.
Il vescovo di Mira, si sa, è il Santo dei Forestieri.
In questo particolare caso, la parola forestieri assume un significato particolare.
La persona in questione, della quale è stato accelerato dal Comune di Bari il rilascio di una carta d’identità che attesti il nuovo sesso, è forestiera in quanto pur non provenendo da altra città nazione o

Elisa Barucchieri

continente, ha una provenienza da una condizione nella quale non si riconosceva.

Nel corteo la nuova arrivata è soltanto una popolana, raggruppata ad altre popolane, devote come lei al santo, patrono di Bari.
L’ecumenismo quest’anno a Bari si è spostato dunque sull’accoglienza di genere.
Si pensa che in questo, appunto,  Bari sia più avanti di altre città.
Per ora trattasi di una proposta artistica.
E’ risaputo che nell’arte si possa osare, molto più che nella realtà.
Benvenuta dunque alla nuova pellegrina.

Lascia un commento