L’Onirica Poetica Teatrale presenta, al teatro Duse di Bari, ELETTRA

Nei giorni dal 18 Aprile 2017 al 05 Maggio 2017 alle ore 21:00 (dal martedì al venerdì) escluso i giorni festivi, presso il Teatro Duse di Bari, sarà di scena la Compagnia Onirica Poetica Teatrale con la commedia “Elettra”.

Elettra è figlia di Agamennone e Clitennestra. Sorella di Ifigenìa e Oreste.

Quando Agamennone, torna a casa, vittorioso dalla guerra di Troia, trova la morte per inganno e  mano di sua moglie Clitemnestra e di Egisto, suo amante.

Elettra assiste alla scena del terribile assassinio.  Da quel momento, tutta la sua vita sembra avere un solo scopo: vendicare la morte di suo padre. Per paura (sembra),  allontana suo fratello Oreste da Clitemnestra ed Egisto e lo nasconde da Pilade e suo padre. Clitemnestra non perdonerà mai ad Elettra questo allontanamento e nel frattempo, Egisto, temendo che Elettra possa generare un figlio desideroso di vendicare Agamennone, la scaccia da casa, costringendola al matrimonio con un contadino miceneo. Elettra, però, non demorde e pianifica il suo piano di vendetta nei confronti della madre e di Egisto, con l’aiuto di suo fratello Oreste.

Da qui, comincia il nostro racconto.

Il piano di Elettra si manifesterà in tutta la sua spietatezza, in un groviglio di verità dette o taciute che ribalteranno di continuo il senso più profondo (qualora ve ne sia uno) di atti sempre più quotidiani: omicidi.

Nel susseguirsi delle giustificazioni, dei colpi di scena, dei segreti svelati, tutti i personaggi, vedranno sgretolarsi le loro maschere di purezza e saranno risucchiati nel vortice degli orrori della famiglia criminale, dove l’inconscio (forse) “non da mai un nome ai nostri delitti, ed è sempre una sgradevole sorpresa venire a sapere” che ciò che per noi è un atto di giustizia, per la gente è un matricidio o un parricidio o un omicidio passionale.

Forse non basta avere l’aspetto di un criminale per essere colpevole e non basta avere l’aspetto di un idiota per essere innocente.

Così era, così è.

Gli assassini di questa commedia compiono atti di uomini. Che odiano. Talvolta. Che amano. Tanto. Che sperano. Forte. Che sognano. Ardentemente. E cercano rimedi contro i sogni.

                                                           TEATRO DUSE – BARI

ELETTRA, con Gabriella Altomare, Roberta Costantini, Davide De Marco, Vito Latorre. Regia di Vitolatorre con i costumi di Rossella Ramunni e le scene di Davide Sciascia.

Gianni Ciardo si è occupato delle ricerche musicali e la voce registrata è di Antonio Repole.

Note di regia: Il complesso di Elettra si palesa in tutta la sua attualità. Fragili come porcellana sono i rapporti fra madre e figlia.

Lascia un commento