Appuntamento escursionistico Legambiente: “Passeggiando alla riscoperta delle piante spontanee”

legambiente, cassano,murge

19 Marzo 2017 – CASSANO

 

Il Circolo Legambiente di Cassano, nel chiaro intento di divulgare che il rispetto per il nostro territorio è una priorità fondamentale, da perseguire con convinzione e saggezza derivanti dall’obbligo morale ed etico di preservarlo per le future generazioni, ripropone la 4^ edizione di “Passeggiando alla riscoperta delle piante spontanee”, escursione naturalistica lungo la Lama del torrente Badessa (affluente del Picone) ed il Bosco di Grottagiglio, un’area dalle caratteristiche di vero e proprio “Paradiso alimurgico”.

L’appuntamento è per il 19 Marzo alle ore 8.15, nei pressi del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci, in via Padre Centrullo a Cassano, per il successivo trasferimento nell’area di sosta delle auto per la partenza a piedi. Il tracciato (4-5 km ca.) presenta qualche asperità (pietre, erba e radici) che consigliano l’uso di scarpe da trekking o dotate di protezione per le caviglie. Il termine delle escursione è previsto alle ore 13.00.

La prenotazione è gradita e consigliata ai seguenti recapiti:

La nostra “Madre Terra”, nonostante il nostro dissennato operare, continua ad elargire copiosamente i suoi doni naturali fornendo tutto il necessario per poterci nutrire e curare, per sopravvivere anche in tempi di crisi economica o carestie e basterebbe saper gestire con saggezza ed oculatezza queste risorse per assicurarci un futuro sereno.

L’uomo, dopo millenni di esperienza accumulata, ha costituito un cospicuo bagaglio di conoscenza sull’uso delle piante ad uso alimentare ed è fondamentale tentare di non disperdere il sapere antico di queste conoscenze, utilizzando sia l’esperienza tramandata dagli anziani che le ampie banche dati oggi disponibili sul web. Altresì è importante contribuire  alla diffusione tra la popolazione di informazioni sulla raccolta selettiva ed sull’uso delle piante spontanee rigogliose sul nostro territorio murgiano e di cui, per molte specie, si è già persa la cultura del consumo.

 

 

 

Lascia un commento