Tra “I luoghi del Cuore”promosso dal Fai e Intesa Sanpaolo, Monopoli seconda in provincia

fai, monopoli-i luoghi del cuore-LOCANDINA

 

La chiesa di San Giuseppe e Anna, settima in Puglia e 67esima in Italia nel censimento Fai

Ogni luogo racconta una storia, ma non per tutti è la stessa: ciascuno di noi aggiunge un sentimento, un ricordo, un’emozione che rende quel luogo unico e prezioso, fino a farlo diventare per sempre una parte di sé. Un luogo indimenticabile, ma che la memoria da sola non può difendere. Il censimento “I Luoghi del Cuore” promosso dal Fai in collaborazione con Intesa Sanpaolo è un’occasione unica per “restituire” con un gesto concreto tutto l’amore che questo luogo ci dà. E anche quest’anno, per l’ottava edizione, l’adesione degli italiani è stata eccezionale: più di un milione e mezzo di voti.

Lombardia, Puglia, Veneto e Toscana sono state le regioni più sensibili al censimento; i votanti (di età media intorno ai 47 anni) sono stati al 61% donne al 39% uomini; la tipologia dei luoghi più votati è quella delle chiese/santuari/cappelle, seguite da aree archeologiche e aree naturali.

Con 4.969 voti la Chiesa di San Giuseppe e Anna di Monopoli è risultata il secondo luogo più votato in provincia di Bari, classificandosi settima in Puglia e 67esima in Italia. Votandolo al censimento i cittadini si sono attivati per consentire interventi di recupero e valorizzazione per restituire un futuro di tutela all’edificio.

La chiesa di San Giuseppe e Anna è abbandonata da anni. Nell’edificio nel 1616 Dan Alfarano fondò un Conservatorio di vergini detto delle “Monacelle”, che, nel 1661, diventò il monastero di clausura di SS. Giuseppe ed Anna. Il monastero, situato in via S. Domenico 16, presenta un lungo prospetto continuo che comprende la chiesa, il convento e il campanile. Due ingressi portano al convento, uno al di sotto del bel campanile rococò, l’altro al numero 16 con bel portale con lesene e doppie bugne alternate dei primi del Settecento. All’interno ampio cortile con lungo ballatoio sorretto da mensoloni.

La candidatura della chiesa monopolitana è stata voluta dal del locale gruppo FAI in collaborazione con le Politiche Culturali del Comune di Monopoli.

«Ringrazio tutti coloro che hanno a cuore i beni del nostro Paese e che hanno votato per i luoghi del cuore. Monopoli ha partecipato con la Chiesa di San Giuseppe e Anna raggiungendo il sessantasettesimo posto, totalizzando quasi 5 mila voti. Questo risultato apre le porte ad una candidatura Fai tramite il bando che uscirà a marzo per richiedere un intervento di un cofinanziamento per il bene. Entro novembre 2017 Fai e Intesa San Paolo in collaborazione con il Mibact comunicheranno i luoghi vincitori», commenta il capogruppo Fai di Monopoli Giuseppe Galanto.

«L’ottimo risultato ottenuto dalla Chiesa di San Giuseppe e Anna tra i luoghi del cuore del Fai premia l’iniziativa del gruppo monopolitano che l’Amministrazione Comunale ha subito sposato con lo scopo di salvaguardare, recuperare e valorizzare dal punto di vista turistico uno dei tesori della nostra città», afferma il Consigliere Comunale delegato alle Politiche Culturali Giorgio Spada.

 

 

 

Lascia un commento