Paura a Teramo nella frazione di Castrogno per i detenuti del carcere omonimo e il personale del penitenziario: manca il riscaldamento

 

di Romolo Ricapito
Non se ne è parlato nei tg, ma come è scritto  anche  sul Messaggero, è allarme nel carcere di Teramo (a Castrogno) per la situazione neve + terremoto.

“Detenuti e personale al gelo per un guasto all’impianto di riscaldamento che va avanti da giorni”.
E così situazioni di disagio originate dalla natura si accompagnano a  un triplice disagio per meri guasti tecnici.

carcere di  Castrogno- Teramo
carcere di Castrogno- Teramo
Si temono disordini all’interno del penitenziario, originati da quanto detto.
La rappresentazione dei telegiornali documenta insomma la cornice, o la somma di problemi,  che però non devono essere rapportati al già detto, o estesi come carta carbone dal resoconto di precedenti sismi.
In questo caso, persone costrette alla restrizione forzata (per legge)   assieme al  personale che li vigila, sono  vittime  di  scomodità intollerabili e a convivere con il gelo, unitamente  alla paura delle nuove scosse.
Il riscaldamento è necessario sia per i reclusi che per il personale impegnato a governarli.

Lascia un commento