Festival di Sanremo: non aiuta a vendere dischi. Alessio Bernabei e Valerio Scanu, gli “snobbati” del 2016, i vincitori morali.

palco del festival di sanremo 2016
carlo-conti-sanremo-2016-di-romolo-ricapito-gazzetta-dal-taccodi Romolo Ricapito

Festival di Sanremo: sono state rese note quasi tutte le presenze del prossimo futuro, tra ospiti, big e…intrusi  Riguardo alle  canzoni: l’anno  scorso Carlo Conti disse di avere scelto quelle più radiofoniche, mirando anche alle vendite discografiche. E’ stata resa nota di recente   la classifica dei cd più venduti del 2016: al quarantasettesimo posto (soltanto) il disco di Alessio Bernabei, che conteneva la bellissima Noi Siamo Infinito. E’ il cantante sanremese più acquistato.

Alessio Bernabei
Il brano era riuscito ad entrare in “finale”, ma era stato punito dalla giuria di qualità.
Il pubblico ha fatto giustizia.
Ma il disco è solo  al quarantasettesimo, dicevo: come apripista e risultato delle  vendite complessive dell’anno  scorso, mi  sembra pochino. Il cd poi era venduto a metà prezzo rispetto a  un disco normale.
Gli Stadio, i vincitori, sono al sessantunesimo posto.
Per quanto riguarda i soli singoli, il più venduto, o meglio scaricato, mi risulta essere quello di Valerio Scanu dal titolo Finalmente Piove. Nel marzo 2016 aveva già realizzato 25.000 copie, poi ha continuato il successo fino all’estate.

Anche Scanu, detto per inciso, era stato perseguitato dalla “giuria di qualità” .

Valerio Scanu
Alessio Bernabei infine, il vincitore “morale” dell’anno  scorso, partecipa anche quest’anno alla gara canora mentre Fabrizio Moro, autore del brano per Scanu, è nei 22 big scelti  adesso da Conti.
Alla luce di quanto detto, i lriepilogo: il Festival di Sanremo non fa vendere dischi, li vende poi chi è inviso alle giurie di oscuri  “critici” e infine andrebbe rivisto tutto il meccanismo dell’organizzazione, dato per scontato  che canzoni e cantanti sanremesi, finita la kermesse, vengono  snobbati in larga parte dal pubblico.

Lascia un commento