Case del dono: domani ultimo appuntamento in Piazza del Ferrarese e Parco 2 Giugna

doni alimentari

 

Si terrà domani, giovedì 5 gennaio, il terzo e ultimo appuntamento con le Case del dono, dove sarà possibile donare beni alimentari e prodotti per la prima infanzia presso gli spazi allestiti in piazza del Ferrarese (Casa del Welfare) e a parco 2 Giugno, dalle ore 17 alle 20.

I doni saranno distribuiti sia ad alcune famiglie in condizione di disagio economico sia all’Emporio della solidarietà e alla Boutique solidale, che saranno inaugurati nei prossimi giorni all’interno della “Casa delle Bambine e dei Bambini”.

La raccolta, promossa dall’amministrazione comunale, è realizzata grazie alla collaborazione di alcune realtà parrocchiali, tra cui quelle di San Francesco da Paola e di San Sabino, e dell’Aps Farina 080 Onlus, oltre che del centro polifunzionale per la prima infanzia, la “Casa delle bambine e dei bambini”.

prodotti infanziaPresso le Case del dono saranno raccolti prodotti confezionati e con una scadenza non inferiore a 48 ore dalla consegna. Quindi si potranno donare alimenti trattati ad alte temperature UHT (latte, succhi di frutta), essiccati (spezie, frutta secca), conserve e prodotti secchi (pasta, riso, legumi, biscotti). Invece, non potranno essere accettati prodotti freschi.

I cittadini che vorranno donare beni o prodotti per la prima infanzia da trasferire alla “Casa dei Bambini e delle Bambine”, potranno farlo esclusivamente presso il punto raccolta allestito in piazza del Ferrarese. Le aziende interessate a fornire il proprio contributo al progetto, che con l’inaugurazione della nuova struttura comunale potrà contare su un luogo esclusivamente dedicato al benessere di famiglie particolarmente vulnerabili, potranno mettersi in contatto con l’equipe (emporio@cbb.bari.it) per concordare sia le tipologie di prodotti interessati (abbigliamento, cibo e bevande, giochi e cartoleria, igiene per la persona e la casa, accessori per l’infanzia, giochi e cartoleria e arredo) sia le modalità della donazione.

Lascia un commento