E se il vostro cane o gatto andassero dal dentista?…

Se adotti un animale, come per noi, anche i nostri amici a quattro zampe devono mantenere sani i loro denti. Ecco i consigli per spazzolargli i denti ogni giorno.


di Clelia Conte

Se ti avvicini alla bocca del tuo cane o del tuo gatto potresti avvertire un odore sgradevole e se l’alito cattivo non è tipico dell’animale, allora la causa è la cattiva igiene orale. Questa è causata dai batteri della placca che liberano i composti a base di zolfo che provocano l’alitosi. In tal caso bisogna lavargli i denti tutti i giorni e l’ideale sarebbe cominciare quando è ancora un cucciolo: se lo abitui dall’età di 3/4 mesi, dopo spazzolare i denti sarà quasi un gioco. Ma se l’animale è adulto? Segui la guida che ti permetterà di abituarlo allo spazzolino e, magari, per la prima pulizia potalo dal veterinario. Da comprare sono: una pezza morbida o garza sterile, uno spazzolino dalle setole morbide (in modo da non danneggiare lo strato di smalto, che è più sottile del nostro), con testina non troppo voluminosa (in modo da raggiungere le zone più difficili della bocca), dentifricio specifico per cani e gatti (ne esistono anche al sapore di carne o pesce).
Comincia poi a massaggiare delicatamente il muso del tuo amico e poi le labbra. Prova poi a passargli un dito sui denti e le gengive. Se hai un cane, bagna le tue dita con brodo di carne mentre se hai un gatto, insaporiscile infilandole prima in una scatoletta di tonno. Vedrai che saranno loro a chiederti di continuare! Continua con una pezzuola e intingila con brodo di carne o tonno e passala delicatamente sui denti e gengive. Dopo averla sciacquata per bene, mettici sopra un po’ di dentifricio e continua l’operazione. Fallo almeno 3-4 volte, in modo che si abitui al nuovo sapore. In questo modo il tuo dito sarà il suo primo spazzolino!

Inizia con il preparare psicologicamente il tuo amico a quattro zampe facendogli vedere lo spazzolino. Quindi, lanciaglielo in modo che ci giochi. Poi aprigli delicatamente la bocca tenendo una mano attorno. Inizia con lo spazzolare delicatamente canini e incisivi: sono usati di meno per masticare, quindi la placca tende ad accumularsi di più. Spazzola soltanto la superficie esterna dei denti e fai attenzione alle gengive, che se troppo sollecitate, rischiano di irritarsi. Se è stato bravo, premialo con un biscotto per cani o gatti. Magari uno di quelli che servono per eliminare la placca.

Per farla diventare un’abitudine, scegliere un orario fisso in cui spazzolargli i denti ogni giorno, magari poco prima del suo pasto quotidiano in modo da ricompensarlo poi con il cibo. Fallo in un posto confortevole della casa, dove a lui piace stare.

Se proprio si riesce  a spazzolargli i denti più di una o due volte a settimana perché non hai tempo o perché il tuo cucciolo fa i capricci, si compensa con degli alimenti utili alla sua igiene dentale: esistono crocchette di forma e consistenza specifica che esercitano un’azione abrasiva sulla superficie del dente quando cani e gatti le mangiano. Se hai un cane prova anche a dargli un osso in pelle di bufalo, che pulisce i suoi denti .

Lascia un commento