“Un servizio per 11.000 pazienti pugliesi”, verso la dematerializzazione dei buoni per celiaci

 
Finalmente qualcosa si sta muovendo nella direzione di un processo di dematerializzazione o magnetico dei buoni cartacei per i pazienti celiaci già previsto dal 2009 nella delibera 251 ma, purtroppo, come spesso avviene in Puglia, fino ad oggi mai realizzato. A dare l’annuncio è il consigliere regionale del M5S, Mario Conca componente della III Commissione (Sanità) che esprime soddisfazione spiegando come il risparmio derivante da tale processo si aggirerebbe intorno ai 400.000 euro.

“Sono contento per questo passo in avanti, in attesa che la mia mozione, che ha certamente dato un’accelerata all’iter, se approvata, servirà ad impegnare la Regione Puglia a sollecitare le altre regioni nella conferenza stato-regioni ad uniformare su scala nazionale questo nuovo processo. Oltre al risparmio economico, infatti, –
spiega Conca – la dematerializzazione permetterebbe anche un notevole miglioramento del servizio per il paziente celiaco, assicurando all’Ente erogatore uno strumento più efficace per la gestione degli accrediti e al celiaco maggiore libertà negli acquisti”.
I PIN associati al paziente sono già in distribuzione presso le Asl, ora bisognerà verificare che il primo aprile 2017 si attivi l’accredito sulla tessera sanitaria come annunciato. Il consigliere cinquestelle promette che continuerà a seguire la questione: “vigilerò sui procedimenti e tampinerò la struttura – conclude Conca – affinché si fornisca un servizio migliore agli 11.000 pugliesi affetti da celiachia”

Lascia un commento