GIi Psycholies, gruppo musicale genere industrial dark glam metal, presentano il loro primo album a Bari

di Fabia Tonazzi

https://www.youtube.com/user/psycholiesofficial

Oggi a Bari alle ore 21.00 presso il Garage Sound in via M. Amoruso 62/7b  sarà presentato il primo videoclip ufficiale della Band “Psycholies”, alle ore 22 ci sarà la presentazione di tutto l’album.

Psycholies presentano il loro singolo
Psycholies presentano il loro singolo

La band nasce nel 2014 ed è formata da 4 musicisti: King cantante, Vigos alla chitarra, Frank al basso, Pablo alla batteria. La particolarità di questo gruppo di musicisti  è data dalla fusione delle diverse esperienze musicali di ciascuno di loro 4 che hanno contribuito a dare un sound unico e originale ai pezzi. Il loro genere musicale infatti, è l’industrial dark glam metal.

Dal 2014 a oggi hanno promosso i loro brani e partecipato a diversi festival rilevanti nel loro genere come il Total Metal Fest a Bari in Italia e all’estero. Il gruppo ha suonato a Helsinki al Trash Fest VI, al Gothic Castle in Germania e  in Estonia, Repubblica Ceca , Lituania, Finalndia, Austria.

L’album nasce nel settembre 2016 per una grande etichetta tedesca, prodotto e registrato con il garage Sound Studio (Bari), con un ospite straordinario Victor Amore, frontman dei Dope Stars Inc.

Nelle loro canzoni si raccontano le esperienze più intime: testi e sound si fondono. Il loro singolo“Inner labyrinth” ne è la prova: un labirinto interiore, appunto,  qualcosa di cupo, scuro, “che ti cattura e ti coinvolge nel suo  malessere”  ma allo stesso tempo uno stato d’animo del quale non poter fare a meno.

“Inner labyrinth” traduce in musica e parole quei momenti che appartengono al mondo interiore dei  musicisti, che può essere paragonato ad un labirinto di emozioni dal quale non si riesce ad uscire.

In ogni brano e in ogni testo si percepisce la voglia di liberarsi provando ad uscire da questo labirinto, sebbene sia un tentativo vano. Come nella vita non c’è amore senza odio, anche in questo caso, il malessere che si prova nel labirinto si trasforma  nell’unico posto in cui ci si senta a “nostro agio”.

psycholies_001Il labirinto assume quindi una duplice funzionalità: una protezione, un filtro dalla realtà che ci circonda e allo stesso tempo quel luogo della nostra anima dove poter esprimere la nostra sofferenza senza nasconderci dagli altri. Tutto sommato ci si trova bene in questo labirinto nonostante “il tentativo di uscirne”.

Potremmo concludere così, con una frase celebre di Tiziano Scarpa: “Perché vuoi combattere contro il labirinto? Assecondalo, per una volta. Non preoccuparti, lascia che sia la strada a decidere da sola il tuo percorso, e non il percorso a farti scegliere le strade. Impara a vagare, a vagabondare.

Per maggiori informazioni e contatti:

https://www.facebook.com/events/566598310203381/

https://www.facebook.com/psycholiesofficial/

Lascia un commento