Tira fuori la bellezza che è in te!

di Fabia Tonazzi

Quando si parla di bellezza non ci si riferisce solo all’aspetto  esteriore, ma intendiamo anche la bellezza interiore, quella che rende grande e immortale aldilà delle marche, dei soldi e dello status di appartenenza.

Purtroppo, viviamo in una società basata sull’immagine, stereotipi di bellezza sempre più difficili da raggiungere, una società che venera le diete “rigide e dannose per la nostra salute” o peggio ancora che valorizza in maniera eccessiva la chirurgia estetica creando danno a noi come persone, “come anime”.

Spesso proprio per assecondare tutti questi desideri indotti dall’esterno restiamo a mani vuote,  con portafogli più vuoti e più insoddisfatti di prima. Quando la bellezza della gioventù finisce chi si ama veramente ha imparato anche a coltivare i desideri dell’anima che puntano a migliorarsi come persone a livello qualitativo e non semplicemente estetico.

Per un attimo fermiamoci e chiediamoci…Che cosa è per noi la bellezza?

Abbiamo intervistato per voi Tania Petriccione Business sport & life coach  e la sua collega Marilù Colaci De Vitis Life, Business e Corporate Coach. …E le abbiamo chiesto…

 Tania e Marilù, siamo sicuri che la sicurezza di cui siamo in cerca provenga da un’ideale di bellezza estranea a noi e non da dentro noi stessi?

T&M:” Il metodo del coaching umanistico mira a riportare alla luce tutto ciò che di più bello la persona è e ha dentro di sé: le sue unicità, le sue caratteristiche personali, le sue risorse interne.”

Quindi, il coaching a cosa serve in questo caso?

T&M: “Grazie al coaching, finalmente, ci si allontana dal vecchio paradigma scolastico di “aggiustiamo ciò che non funziona, colmiamo le lacune” per puntare a “individuare e allenare ciò che nella persona c’è di buono e funziona”.

donna allo specchioCosa rende unico il coaching e i laboratori che proponete, perché si parla di potenziamento della persona?

T&M:”In ogni percorso di coaching, la prima grande entusiasmante scoperta per la persona è la conquista di una nuova consapevolezza di sé: la persona si guarda con occhi nuovi e diversi, più positivi, e si “riappropria di ciò che è già suo” da sempre ma che, col tempo, si era dimenticata di essere. La seconda grande conquista per la persona è “imparare ad agire quella consapevolezza”, mettendo quelle tante risorse a favore delle sue scelte di felicità e benessere, per immettere nuovamente tutto il suo carisma e quella bellezza nella sua vita e in quella degli altri.

Perché avete creato questi laboratori? Qual è l’obiettivo?marilu

T&M:”Proprio per far avvicinare le persone al coaching e per valorizzare il loro potenziale positivo, quella loro parte positiva spesso fin troppo nascosta e repressa, perché poco allenata (essendo noi tutti fin troppo impegnati a osservare e “correggere” tutto ciò che non va in noi o che non ci piace), abbiamo ideato il laboratorio “Scopri le tue potenzialità” per il prossimo 3 dicembre, a Bari.

 In cosa consiste questo laboratorio?

T&M:”Un laboratorio dove si alterneranno momenti di riflessione individuali e di condivisione di gruppo, la cui finalità è proprio quella di consentire a chiunque, uomo o donna, di “ri-scoprire tutta la propria bellezza e forza”.

Che cosa è per voi la bellezza  e in quale misura si lega alla felicità?

picture_quotes_creator11-23-2016_110650_pm

 

T&M:”La bellezza è dentro di te e solo se la curi, la coltivi, la porti alla luce, esprimendo pienamente chi sei e ciò che ti caratterizza e ti dà valore (es. la tua creatività, il tuo coraggio, la tua curiosità, la tua leadership o intelligenza emotiva), in ogni situazione e contesto, gli altri ne rimarranno affascinati, perché sentiranno di essere entrati in contatto con una bellezza unica: una persona autentica e, per questo, che ispira fiducia, di carattere e grintosa.

Se coltiviamo le nostre potenzialità, se le esprimiamo nelle relazioni, nel nostro lavoro, nella nostra vita, guadagniamo molto più che alti livelli di autostima e autoefficacia, diventiamo veri e propri costruttori di relazioni forti e positive, trasformiamo il nostro lavoro in un’opera creativa che ci soddisfa e riflette appieno, viviamo la vita con maggior ben-essere, e giorno dopo giorno saremo in grado di fare scelte che ci soddisfano maggiormente, perché in linea con chi siamo e con i nostri valori, e che migliorano la qualità della vita stessa, nostra e degli altri. Perché “essere belli” oggi significa “essere buoni”, e cioè “perseguire il bene” proprio e di chi ci circonda.”

“Essere felici è un diritto di ognuno di noi, ma è soprattutto un dovere, perché occorre assumersi la responsabilità di sapere come stiamo incidendo nella vita degli altri, con le nostre scelte.

La felicità è una conquista personale che si realizza con le scelte di ogni giorno. “

 

Bene, cari amici e lettori di Gazzetta dal tacco, se volete scoprire quali sono le vostre potenzialità e allenarvi a essere più felice, Tania Petriccione e la sua collega Marilù Colaci De Vitis vi aspettano al  prossimo laboratorio di coaching “Scopri le tue potenzialità”.

Per approfondire: http://benessereyogadellarisata.altervista.org/crescita-positiva/

https://www.facebook.com/events/198993230552247/

Iscrizioni e info : crescitapositiva@gmail.com

Sabato 3 dicembre – ore 9,00-13,00

Bari, in Corso Vittorio Emanuele, 60 

 

Lascia un commento