Arisa con Tricarico: la strana coppia tenta il colpo con un brano nuovissimo che fa parte del disco in uscita di lei , “Voce-The Best of”

arisa-e-tricarico- una cantante di musica leggera

 

di Romolo Ricapito
arisa
ARISA

E’ stato appena pubblicato il nuovo singolo di Tricarico in coppia con Arisa.

I due stravaganti cantanti duettano in “Una cantante di Musica Leggera“.
Il duetto ha spiazzato, perché trattasi di due artisti davvero sopra le righe.
Della coppia, quello più bisognoso di un rilancio è Francesco Tricarico, 45 anni.
Il cantautore, di origini leccesi, ma naturalizzato milanese, deve il suo successo al singolo di esordio “Io Sono Francesco“, targato 2000.
Fu un boom incredibile, al quale seguì, anni dopo, una collaborazione (come autore) per Adriano  Celentano.arisa-e-tricarico- una cantante di musica leggera
Dunque  al Festival di Sanremo del 2008, un   altro successo per il suo brano “Vita Tranquilla“, che lo rilancia come cantautore. L’anno  seguente pubblica un libro per Bompiani.
Nel 2011 ancora Sanremo, con la canzone “Tre Colori”, che non sfonda.
Poi un’altra collaborazione celebre, con Zucchero Fornaciari.
Di Arisa si sa più o meno tutto. Le sue stravaganze sono all’ordine del giorno, soprattutto da quando è ritornata come giudice a X Factor.
La canzone dei due artisti fa parte del nuovo cd antologico di Arisa, Voce-The Best of  che raccoglie i suoi più grandi successi ed è di esso il brano di punta.
Il pezzo, abbastanza originale e sostenuto, rappresenta quella che era   l’ingenua fantasia dei ragazzi negli anni Sessanta: innamorarsi di una cantante di musica leggera.
Rita Pavone prima, Gigliola Cinquetti poi, costituivano nell’immaginario comune le fidanzatine d’Italia.
TRICARICO
TRICARICO- AUTORE SALENTINO

Negli  anni Settanta tutto iniziò a cambiare: artiste come Mina, Patty Pravo oppure  Ornella Vanoni, che dominavano la scena, più che “fidanzate” rappresentavano il sogno proibito degli italiani, quello  di ipotetiche amanti.

Il testo comunque è aggiornato ai nostri tempi:
l’autore vuole innamorarsi, ma la sconosciuta  cantante che desta la sua attenzione è paragonata a una cena vegetariana.
 Il rigore  per l”alimentazione si è fatto strada, perché da essa dipende la nostra salute.
E, comunque, nella canzone regna un pizzico di nostalgia: l’autore sogna infatti  di innamorarsi di una cantante di musica leggera , ma non nomina né Emma Marrone, oppure Alessandra Amoroso. Piuttosto,  “La Mazzini all’inizio della sua carriera”. Ovverosia rimane la “Tigre di Cremona” acqua e sapone dalle “Mille Bolle Blu”.

Lascia un commento